Lug 282017
 
Gruppo1
Nella linea della nostra associazione di salvaguardia del creato e rispetto delle risorse naturali, tra cui il suolo e i campi per le coltivazioni, pubblichiamo il Comunicato Stampa prodotto dal comitato Argine via Divino Amore (ADA) sulla questione cemento a Mugilla/Divino Amore/Mazzamagna.
__________________
Comunicato Stampa del Comitato Argine via Divino Amore (ADA)
ADA esprime soddisfazione per lo stop dei cantieri a Mugilla e evidenzia le stupefacenti contraddizioni di Zingaretti e della Regione Lazio sul tema dell’acqua.
Esprimiamo la nostra soddisfazione per la decisone assunta dal Comune di Marino circa due settimane fa di dare la Sospensiva alle costruzioni in corso nella zona Mugilla, su concessioni rilasciate nel periodo di gestione amministrativa del CentroDestra e dal Commissario Prefettizio, per il Progetto la Casa nel Parco, a Santa M. delle Mole, Marino. Le irregolarità in atto erano state oggetto ricorsi al TAR e di molteplici segnalazioni da parte di Comitati e Associazioni ambientaliste sin dal 2011 e l’atto di Sospensiva giunge come una decisione di saggezza, anche alla luce del processo di revisone degli standard, di applicazione delle norme del PTPG e del Piano di Rischio Aereo approvato dall’amministrazione di Marino e della possibile autotutela, delle istituzioni competenti, su tutta l’operazione speculativa avviata nel 2011 dal sindaco Adriano Palozzi. Inoltre, vogliamo evidenziare la stupefacente contraddizione dell’azione politica della Regione Lazio guidata da Zingaretti e dal Centro Sinistra, che oggi si muove in difesa del bacino del lago di Bracciano, sfruttato nel passato fino quasi a condurlo alla morte con decenni di mala gestione del territorio, e al contempo da quasi 5 anni è silenziosamente  connivente con la cementificazione selvaggia legata a Marino, nell’area del Divino Amore/Mugilla/Mazzamagna, che porterebbe con quasi 20.000 nuovi abitanti ad una ulteriore esigenza portentosa di acqua, la stessa acqua che oggi rischia di mancare anche ai cittadini già residenti.

A questo riguardo il comitato  ADA ha presentato il 25 luglio scorso alla Regione Lazio alcune pesanti osservazioni alla procedura di Valutazione di Impatto Ambientale avviata da IDAE FIMIT per la eventuale realizzazione di un Centro Commerciale da 100.000 mc di cemento in area Casale Negroni a Marino (vedi file in calce per le osservazioni). Molti comitati e associazioni locali hanno presentato osservazioni contro questa realizzazione e notizie di pesanti osservazioni oppositive giungono anche dal Comune di Marino e dalla Citta metropolitana di Roma. Sul fronte Regionale, invece, tutto sembra tacere, da Zingaretti, all’ass. Civita, al PD e tutto il centrisinistra regionale che, evidentemente, questo ‘affare’ del cemento al Divino Amore lo vorrebbe proprio realizzare contro ogni norma, buon senso e sana pianificazione urbanistica.”

Feb 282017
 
DivAmoreMarino

Argine via Divino Amore (ADA) continua la sua mobilitazione di comitato di cittadini attenti alla salvaguardia dell’ambiente e contro le speculazioni edilizie che hanno martoriato Marino per lunghi anni e che mirano a cementificare anche l’area del Divino Amore/Mugilla/Mazzamagna. L’ultima iniziativa è per una Passeggiata storico archeologica per domenica 5 marzo. Ecco l’invito rivolto ai cittadini dal Coordinamento di ADA.
“Mentre la nostra battaglia per fermare il cemento entra nel vivo con nuovi scenari che, oltre ai ricorsi pendenti al TAR, la politica sta aprendo dopo le scelte del Consiglio Comunale di fine settembre 2016, cogliamo la disponibilità di due importanti archeologi per proporre a tutti voi una Passeggiata Storico-Archeologica a Frattocchie per domenica 5 marzo dalle 10 alle 12,30 della mattina, appuntamento al piazzale dietro il Bar Incontro.”
La passeggiata è organizzata da ADA, Legambiente Appia Sud ‘il riccio’ e Italia Nostra Castelli Romani e la partecipazione è libera.
Abbiamo programmato la visita all’area dei Frati Trappisti e alla strada romana sotto al Mc Donald’s” conclude il Coordimaneto di ADA “alla presenza dell’archeologa che ha curato lo scavo e i lavori di recupero Pamela Cerino e dell’archeologo Marco Cavacchioli, vecchio amico di ADA.”

ADA-2017-Passeggiata

 

Nov 072016
 
dsc_2223

Anche Giovedì 3 novembre si è registrata una grande e attenta partecipazione di cittadini nella Sala Consiliare di Palazzo Colonna quando si è affrontato il tema delle “procedure operative negli scenari di rischio locali”.

Con il coordinamento delle associazioni Marino Aperta Onlus e Gruppo di Presenza Mons. Grassi, durante il quinto incontro con gli Enti, gli Uffici Comunali, le Associazioni, i Comitati di Quartiere e i cittadini che si sono coinvolti per fornire il proprio contributo nella redazione partecipata del Piano di Emergenza Comunale di Marino, sono stati illustrati i vari stati di allarme e i responsabili deputati alla dichiarazione dei rispettivi livelli di allarme. Ormai la redazione del Piano è prossima al completamento e sarà possibile presentare il PEC alle autorità comunali per il successivo iter di approvazione da parte del Consiglio Comunale. I responsabili della redazione raccomandano di presentare le schede di competenza entro e non oltre il prossimo Mercoledì 9 novembre al fine di consentire di inserirle nel piano. Ciò vale soprattutto per quelle Associazioni che, comunque, vorrebbero essere inserite al fine di assicurare  il proprio contributo in caso di emergenza.

L’Amministrazione comunale rinnova, quindi, l’invito alla cittadinanza per Giovedì 10 novembre in Castelluccia, nella sede di Gnosis Cooperativa Sociale Onlus, via Boville n.1. In quella sede sarà presentata una prima bozza del PEC e saranno discussi gli ultimi aspetti relativi alla redazione finale del Piano. La partecipazione è, come sempre, aperta a tutti e da intendersi a titolo gratuito.

Tutte le informazioni tecniche e i contenuti formativi affrontati nei primi quattro incontri sul PEC sono scaricabili dal sito www.protezionecivilemarino.wordpress.com.

Ott 072016
 
dsc_2223

Pubblichiamo di seguito la nota emessa dal comune di Marino. Durante l’incontro il presidente di Marino Aperta Onlus e il portavoce dell’Associazione Mons. Grassi hanno condiviso con i presenti il programma in sei tappe per arrivare alla prima bozza del PEC entro la fine dell’anno.

‘Con oltre 40 rappresentanti di associazioni, comitati e cittadini, è partito l’8 ottobre il programma di incontri di lavoro per la redazione del Piano di Emergenza Comunale di Protezione Civile a Marino.

Il Programma prevede al momento 6 incontri, con cadenza settimanale ogni giovedì dalle 18 alle 20, alternando  Marino centro e Marino Appia Antica in pianura come sedi di lavoro.

“Appena insediati – ha dichiarato il Consigliere Antonio Dibello, delegato dal Sindaco alla Protezione Civile – abbiamo immediatamente avviato una ricognizione interna sul tema della Protezione Civile e del Piano di Emergenza Comunale che, ad oggi, risulta nonostante gli obblighi di legge dal 2012, non redatto a Marino. Il nostro programma prevede come prioritaria la redazione del PEC secondo i dettami delle leggi nazionali e regionali. Il nostro obiettivo di avere il PEC pronto per fine anno ha sposato anche una proposta presentata recentemente dalle associazioni Marino Aperta Onlus e Gruppo di Presenza Mons. Grassi – a nome  del Coordinamento Vivi Marino che raccoglie oltre 20 associazioni del territorio – di redazione partecipata del PEC e questa ci è apparsa immediatamente la strada migliore da intraprendere”.

Interviene sul tema anche il Sindaco Carlo Colizza: “Con l’avvio del 6 ottobre del PEC partecipato vogliamo dare un ulteriore segno dell’importanza delle comunità nella nostra azione amministrativa. Con il coinvolgimento delle associazioni, dei comitati e dei singoli cittadini, possiamo contare su professionalità altamente specializzate, come dimostra il proficuo e partecipato incontro di ieri. Inoltre, invitiamo tutte le Associazioni, i Comitati, le istituzioni locali e i singoli cittadini ancora non coinvolti ma interessati, a seguire i prossimi lavori. La modalità di incontro proposta  prevede in ogni incontro settimanale una parte formativa sulla protezione civile presentata da esperti di settore e poi un lavoro in comune. Tutto questo in modo totalmente gratuito, con grande spirito di collaborazione di molti concittadini che sin d’ora ringraziamo.”

Il prossimo incontro del PEC partecipato è previsto per giovedì 13 ottobre 2016 nella pianura di Marino in una scuola che verrà presto indicata sul sito di lavoro protezionecivilemarino.wordpress.com presentato ieri dal Comitato Tecnico Scientifico provvisorio che guida attualmente lavori, anch’esso a titolo gratuito, e che  sta aggregando proprio in questi giorni delle ulteriori professionalità volontarie tra i cittadini competenti e interessati a coinvolgersi.’

Lug 042016
 
ADAReg2
I cittadini di Argine via Divino Amore confermano la loro ferma determinazione nel continuare la durissima battaglia avviata da tempo per fermare la speculazione del cemento sull’area Divino Amore/Mugilla di Marino. Gli esiti delle ultime elezioni del 5 giugno, già prima del ballottaggio, hanno premiato le posizioni di chi si è impegnato a contrastare questa speculazione e, indipendentemente dagli schieramenti politici, siamo convinti che le posizioni della attuale maggioranza e della parte della minoranza che hanno da tempo sostenuto ADA saranno coerenti nel porre in essere tutti gli atti politico-amministrativi necessari a fermare la colata di cemento voluta nel 2011 da Palozzi, il centrodestra di Marino e da una parte del centrosinistra che in Regione Lazio non ha mantenuto suoi impegni sulla revoca delle delibere della Polverini.

Continue reading »

Mag 172016
 

Interviene l’avv. Giorgio Marino e spiega lo stato del ricorso al TAR: restano intatte le possibilità di vincere con il ricorso. Poi tanta buona musica. Raccolti oltre 1000 euro per le sospensive cautelari TAR.
Con soddisfazione vogliamo ringraziare i cittadini interventi in massa al Concerto a difesa del paesaggio e della terra di Marino il 15 maggio scorso. Con l’intervento dell’avv. Giorgio Marino tutti hanno potuto comprendere l’importanza delle azioni svolte finora attraverso il TAR, azioni che hanno impedito ad oggi la realizzazione di oltre un milione di metri cubi di cemento nella pianura di Marino. Ci sono davvero molte speranze che la speculazione immaginata da Palozzi, Silvagni, Cecchi e tutto il centrodestra di Marino trovi a breve un giudizio amministrativo sfavorevole al TAR e che i giochi vengano riazzerati. Ringraziamo anche le forze politiche che storicamente hanno appoggiato le attività e il finanziamento dei ricorsi ADA, presenti anche ieri con folte delegazioni, parliamo del Movimento per il Cambiamento, SEL, Liberazione in Corso, Movimento 5 Stelle e di quanti ieri hanno versato contributi a nome di altri nuovi supporter del Comitato ADA. Hanno preso parola durante l’evento il presidente di Italia Nostra Castelli Romani, Enrico del Vescovo, il presidente di Legambiente Appia Sud ‘il riccio’ Nicola Passeretti. Inoltre, in qualità di cittadini hanno rinnovato il loro supporto esplicito all’azione di ADA Eleonora Di Giulio (candidata sindaco del Centrosinistra), Adolfo Tammaro (in rappresentanza del Candidato Sindaco del Movimento 5 Stelle Carlo Colizza) e Giulio Santarelli (Candidato Sindaco del PSI). Infine, un sentito ringraziamento agli splendidi Musicisti che, gratuitamente, hanno messo a disposizione il loro talento per la battaglia contro il cemento speculativo al Divino Amore/Mugilla
Argine via Divino Amore (ADA)

Legambiente Appia Sud ‘il riccio’

Italia Nostra Castelli Romani

FotoADA15-5-16

Mag 082016
 
Il 15 maggio al Rosenplatz ADA, Italia Nostra Castelli Romani e Legambiente Appia Sud ancora insieme. Ingresso libero al concerto. Nuove recenti azioni al TAR per Sospensive Cautelari. Il legale di ADA parlerà prima del Concerto per spiegare cosa ci si aspetta dal TAR. Avvio di una nuova raccolta fondi.
Mentre fioccano sui media le notizie che descrivono i loschi giri di mazzette e di affari speculativi che si celerebbero dietro all’operazione Divino Amore/Mugilla,  il comitato Argine via Divino Amore (ADA) ha presentato al TAR, nelle scorse settimane, ben 2 prelievi per la Sospensiva Cautelare, cioè richieste di discussione ravvicinata per una sospensiva degli atti del cemento al Divino Amore/Mugilla.
“Al fine di spiegare a tutti cosa stia succedendo e a quale punto sia la situazione per il Cemento a Divino Amore al Divino Amore e Mugilla” comunica ADA ” abbiamo organizzato, in cooperazione con Legambiente Appia Sud ‘il riccio’ e Italia Nostra Castelli Romani, un Concerto a difesa del paesaggio e della terra di Marino, domenica 15 maggio 2016, ore 17:30, Pub Rosenplatz, Via Nettunese nuova 224 (Castel Gandolfo/Marino), con importanti musicisti nazionali e anche di Marino, di grande spirito ambientalista, che  offrono con la formazione classica ‘I Musici dei Castelli’ la loro musica gratuitamente.”
All’evento sarà ospite il legale di ADA, che  spiegherà ai presenti  la situazione dei ricorsi al TAR e quali siano le aspettative per la discussione che si attende da tempo.
“Sarà  gradita” specifica ADA “la presenza al Concerto dei candidati Sindaco di Marino che appoggiano apertamente ADA con donazioni reali e azioni concrete.”
“Sin da oggi” informa ADA “si riapre una raccolta fondi straordinaria di ADA TAR 2016 per coprire le ultime spese sostenute: l’obiettivo è quello di raggiungere 1500 euro. Per le donazioni si può fare riferimento ai due tesorieri (Sandra Scialis 3478467212 e Marco Carbonelli 3288321723) o si può fare  un bonifico. Tutte le donazioni saranno tracciabili sul sito
https://sites.google.com/site/arginedivinoamore/home  dove si trovano anche le informazioni per i bonifici di donazione. “
“Infine” conclude ADA “per le Moratoria al Prefetto e al Commissario, la petizione sul Divino Amore e Mugilla, siamo oggi a circa 1200 firme raccolte di cui circa 1000 già consegnate. Il 15 maggio, giorno del Concerto, sarà l’ultima data utile per la consegna delle schede firmate.”
Comitato Argine via Divino Amore (ADA)
ada-CONCERTO16
Mag 022016
 
Mugilla - marzo 2016 - foto 1
Gli ambientalisti di Marino con la loro petizione superano le 1000 firme. Chiusura della raccolta il 15 maggio.
“Siamo estremamente soddisfatti di aver superato in un mese quota 1000 firme per la Moratoria sul cemento speculativo al Divino Amore e Mugilla. Di queste firme, già 971 sono state depositate via PEC al Prefetto di Roma e al Commissario di Marino Enza Caporale. Dato che i fogli firma continuano ad arrivare, abbiamo deciso di prolungare la raccolta fino al 15 maggio prossimo, per consentire a tutti i cittadini di Marino e dintorni di raccogliere i fogli firmati e riconsegnarli ai coordinatori della raccolta. Il messaggio della petizione è chiaro: nessuno faccia atti ulteriori di concessioni o di nuove realizzazioni finchè il TAR del Lazio non si sarà pronunciato sulla questione che è stata ben delineata in un ricorso TAR già dal 2011 e successivamente ribadita con molteplici ricorsi di cittadini, associazioni ambientaliste e anche della Città Metropolitana. “
Argine via Divino Amore (ADA)
Assemblea Contro la Cementificazione (ACC)
Legambiente Appia Sud ‘il riccio’
Italia Nostra Castelli Romani
Apr 202016
 
ACC e ADA a Mugilla e in area Tudini (Divino Amore). L’Assemblea Contro la Cementificazione (ACC) e il comitato Argine via Divino Amore (ADA) hanno organizzato per il 25 aprile prossimo a Santa Maria delle Mole, ore 10,30 una passeggiata nelle aree verdi che i politici Palozzi, Silvagni, Cecchi e tutto il centro destra nel silenzio della Giunta regionale guidata da Zingaretti, vorrebbero destinare a una nuova città da 15.000 abitanti a Marino.
Ecco la nota di ADA: “Per il 25 aprile prossimo, assieme agli amici dell’Assemblea Contro la Cementificazione, abbiamo  organizzato una passeggiata nell’area verde Mugilla/Tudini (Divino Amore) con successiva braciolata al Parco Falcone di Santa Maria delle Mole. Mentre nell’area Mugilla qualcuno già getta del cemento e nell’area Tudini si agirano tecnici legati ad Ecovillage per fare delle rilevazioni, noi continuiamo su tutti i fronti, dal TAR alla Corte dei Conti alla Procura, la nostra battaglia sperando nell’intervento dei giudici e nel cambio totale delle facce della politica a Marino.”
“Quindi ” conclude ADA “appuntamento per tutti il 25 aprile alle ore 10,30 in Piazza Togliatti a Santa Maria delle Mole per la partenza della passeggiata. Chi è interessato alla braciolata puo’ mandare mail all’indirizzo stopcemento@inventati.org per il coordinando del pranzo, massimo entro venerdì 22 aprile, in modo da prenotare posti e carne per la braciolata di liberazione dal cemento.”
ADA, Argine via Divino Amore
PassMugilla-ADA-25-4-16
Apr 192016
 
ADA e ACC: superata quota 450 firme per chiedere la moratoria al Divino Amore e Mugilla.
ADASono oltre 450 le firme inviate al Prefetto Gabrielli e alla Commissaria Caporale dalle organizzazione ambientaliste nella petizione lanciata ad inizio aprile. La petizione chiede una ‘moratoria’ sugli atti e sulle attività di cantiere che riguardano la nota cementificazione dell’area Divino Amore e Mugilla a Marino. Raccolgono le firme Argine via Divino Amore (ADA), Assemblea Contro la Cementificazione (ACC), Legambiente Appia Sud e Ilatia Nostra Castelli Romani.
“Con oltre 450 firme inviate a Gabrielli” dichiarano  ADA e ACC  “chiediamo che si realizzi una moratoria sulla speculazione cementificatoria voluta dagli ex sindaci Palozzi, Silvagni e dal candidato attuale Cecchi con tutto il centrodestra, nel silenzio complice nella Regione Lazio di Zingaretti,  fino a che il TAR non si sarà pronunciato sui ricorsi dei cittadini che dal 2011 attendono incredibilmente di essere analizzati. Tutta l’operazione è a nostro avviso gravemente illegittima e il TAR può e deve fermare questo scempio prima che si realizzi definitivamente”.
La raccolta firme delle organizzazioni ambientaliste si concluderà a fine aprile prossimo.
Argine via Divino Amore
Assemblea Contro la Cementificazione