Mar 162019
 

Enzo_Bianchi_1Enzo Bianchi, fondatore della Comunità di Bose, ci offre una riflessione sulla natura divina della Chiesa. Bianchi invita tutta la Chiesa a vivere il Vangelo in una vita che sia a favore dei poveri.

“Non è, credetelo, lo spettacolo delle nostre miserie e dei nostri difetti che crea l’odio di tanti contro di noi e contro la Chiesa. Non sono i nostri peccati che provocano l’odio del mondo, sono le nostre virtù, sono i nostri santi! Non è l’elemento umano della Chiesa, ma l’elemento divino!”.

Sono convinto che D. Orione vedeva molto bene. Anche oggi la Chiesa è più che mai in tempesta, contro di lei si scatena il mondo, soprattutto i mass media. Le vengono imputati delitti come se fosse l’univoca colpevole di ogni cosa, quando invece le sue responsabilità sono minime rispetto ad altre componenti della società. Certamente è un momento difficile per la Chiesa, ma la realtà è che questa è fatta anche di tanti Santi quotidiani, come li chiama Papa Francesco, Santi della porta accanto che vivono il Vangelo e la carità con molta semplicità e che brilleranno certamente nell’ultimo giorno. Oggi sono una realtà nascosta, però noi non dobbiamo temere, perché il Signore ci aveva detto che a causa sua saremmo stati oggetto di odio. Quel che succede ora, è che il Vangelo brilla e quindi questo scatena i poteri avversi al bene, a Cristo, alla Chiesa. Noi, però, dobbiamo rispondere a queste accuse non con una difesa che sia contro di loro, ma semplicemente facendo vedere quello che è il nostro quotidiano nella sequela del Signore.

La chiesa in tutto il suo itinerario storico ha sempre avuto la necessità di aggiornarsi ai tempi, usando le parole di Papa Giovanni. Può anche accadere, però, che sia tentata di mondanizzarsi in questo aggiornamento. Ci vuole molto spirito profetico, saper leggere i segni dei tempi ma non adattarsi assolutamente alla mondanità e a quello che il mondo vorrebbe da noi, perché il mondo vorrebbe che spegnessimo il fuoco del Vangelo, e questo assolutamente non va fatto.

Certamente con Papa Francesco la Chiesa è impegnata nell’ascolto dell’umanità, nel cercare di far vedere il Cristianesimo in una forma che l’uomo di oggi possa ascoltare, ma il cammino è molto accidentato.

Abbiamo lasciato una riva, siamo in mare aperto e non sappiamo quando approderemo a un’altra riva. Il cambiamento culturale e antropologico di tutto il mondo, soprattutto dell’Occidente, certamente coinvolge il Cristianesimo e non è facile per tutte le chiese cristiane di diversa confessione rispondere da un lato ai bisogni di oggi, e restare dall’altro fedeli e fermi sul deposito del Vangelo che ci è stato tramandato. Senza la Parola di Dio la Chiesa non c’è. La Chiesa nasce dalla Parola di Dio che la convoca, quindi costantemente deve tornare ad essa, deve darle quel primato, quella centralità, perché la Parola di Dio è davvero la forza e la vita della Chiesa. Ma oggi forse c’è da fare uno sforzo in più, bisogna oltre ad ascoltare la Parola anche riflettere e pensare. Abbiamo bisogno di un popolo di Dio che personalmente impari a pensare perché senza una fede pensata non può esistere un’identità di fede che sia davvero capace delle sfide del mondo di oggi. Non c’è possibilità di evangelizzazione e non c’è neanche possibilità di una fede salda e certa che duri nel tempo. Noi oggi siamo testimoni di una rottura della trasmissione della fede. La mia generazione soprattutto ha cominciato a non trasmettere la fede alle nuove generazioni e questo si è accentuato soprattutto nelle persone che hanno attualmente 50-60 anni. Non hanno saputo trasmettere la fede ai figli ma neanche a trasmetterla a livello sociale, e questo fa sì che oggi abbiamo davvero la sensazione di una vita precaria delle nostre parrocchie, delle nostre comunità, perché mancano i giovani.

Ma la Chiesa deve assolutamente trasmettere la fede e deve farlo andando sempre ad attingere alla Parola di Dio, che ci chiede oggi di cambiare molti atteggiamenti che avevamo quando eravamo una cristianità e quando la Chiesa era all’interno della società una presenza maggioritaria ed efficace.

Adesso siamo i bordi, il mondo è indifferente, siamo una chiesa di minoranza, ma possiamo essere molti significativi se noi continuiamo a dare primato al Vangelo e se continuiamo soprattutto a vivere il Vangelo in una vita che sia a favore dei poveri, di quelli che sono gli scarti della società, degli ultimi. Questa è la sfida.

Il Sinodo è stato un grande ascolto dei giovani del mondo, però ora ha bisogno di continuare all’interno delle chiese locali. E’ per questo che l’ultima parte del documento del Sinodo parla soprattutto di sinodalità, perche sarebbe inutile fare semplicemente una meditazione sul mondo giovanile senza prestare vie sinodali in cui realizzare tutti i cambiamenti necessari affinchè i giovani trovino spazio per vivere nella Chiesa la fede cristiana

Mar 112019
 
Convegno-PC-Radon2019

Il 15 marzo 2019, presso la Sala Lepanto, alle 17,30 è stato programmato il tradizionale Convegno organizzato dall’Ass. Gruppo di Presenza Mons. Grassi e Marino Aperta Onlus, assieme al Coordinamento Vivi Marino, sul tema del Piano Emergenza Comunale di protezione Civile e il pericolo del gas Radon. L’ingresso è libero, tutti sono invitati a partecipare.Convegno-PC-Radon2019

Mar 112019
 
IMG-20190309-WA0015

ell’ambito dei festeggiamenti dell’8 marzo, Festa della donna, il Coro del Fiore Blu di Marino Aperta Onlus ha partecipato sabato 9 marzo all’evento ‘Lessico femminile’ organizzato dal Comune di Marino.

Il coro, composto principalmente da bambini, ha eseguito 4 brani dedicati all’Africa e al suo ruolo di ‘mamma’ della vista sulla terra. La sala, gremita in tutti i posti disponibili, ha applaudito la performance dei giovani del coro, sottolinenando anche con l’accompagnamento ritmico del battito delle mani i pezzi più graditi.FestaDonne19
IMG-20190309-WA0018

 

Feb 162019
 

Fotosearch_k1703685Siamo di fronte a una terza guerra mondiale, spezzettata in diversi continenti. Ecco perché riflettere, oggi, sulla pace è sempre più necessario. Ho vissuto un’esperienza commovente, nella notte di Capodanno, per iniziare l’anno nuovo nel segno della pace. Abbiamo scelto di metterci sotto la grande campana della pace di Rovereto, realizzata con il bronzo fuso dei cannoni delle nazioni partecipanti alla prima guerra mondiale. Una sede più eloquente di altre, per far memoria, nella preghiera, della fine di quella inutile strage. Milioni di morti, che non produssero, poi, nemmeno una nuova coscienza di pace. Anzi! Le durissime condizioni poste nell’armistizio, specie contro la Germania, furono i bacilli che produssero il veleno per la seconda guerra mondiale, a soli vent’anni di distanza. Un secolo di guerre. Continue reading »

Feb 122019
 
IMG-20190206-WA0001

Con due repliche del Musical Sorelle in Blues prodotto da Marino Aperta Onlus, la parrocchia salesiana di Castel Gandolfo ha voluto offrire il 2 febbraio 2019 un pomeriggio in teatro alla sua comunità. Oltre 350 le persone presenti nei due spettacoli, praticamente un tutto esaurito. Applausi fragorosi in vari momenti e parole di apprezzamento, a commento della seconda replica,  da parte del parroco salesiano don Sandro per il lavoro svolto con le famiglie dall’associazione fondata da don Bruno Meneghini. Soddisfatti e gratificati i bambini e i giovani di Frattocchie e Santa Maria delle Mole coinvolti da Marino Aperta Onlus nel musical, oltre 60 persone sul palco e 20 orchestrali, insomma ancora un successo.

IMG-20190206-WA0004

IMG-20190206-WA0001

Feb 032019
 
Liceo Volterra

Il 26 gennaio scorso si è svolto presso il Liceo Volterra a Ciampino un incontro tra l’Associazione Marino Aperta Onlus e gli oltre 20 ragazzi del prestigioso Liceo scientifico coinvolti nel Progetto Alternanza Scuola Lavoro 2018-2019.

Ha organizzato l’incontro il prof. Gianfranco Pica e per Marino Aperta Onlus erano presenti, tra gli altri, il presidente Marco Carbonelli, il presidente onorario don Bruno Meneghini e il dott. Daniele Cicerchia, responsabile dei volontari del Centro Aggretivo Giovanile di Frattocchie.

Con un programma di approfondimento e scambio di circa due ore, l’associazione ha potuto presentare le sue attività e le criticità del territorio di Frattocchie e più in generale di Marino-Ciampino. Molto interessati, i ragazzi hanno espresso alla conclusione dell’incontro il loro apprezzamento per l’attività di Alternanza Scuola Lavoro avviata con Marino Aperta Onlus, attività he li vede una volta a settimana protagonisti in questi mesi invernali, assieme ai soci di Marino Aperta Onlus, di una attività di supporto allo studio per circa 30 ragazzi delle scuole medie di Frattocchie e Santa Maria delle Mole.

 

Dic 242018
 

21783490-ortodossa-icona-di-maria-e-gesù-bambino-Archivio-Fotografico(A cura di don Bruno) –  “L’indifferenza avvolge cattolici e laici, non hanno presente il significato sconvolgente della festa”. “Natale non è solo dei cristiani. In ballo c’è la nostra civiltà” lo ha detto il filosofo Massimo Cacciari….. Condividiamo in pieno le sue riflessioni….

<<Il Natale dei panettoni, il Natale delle pubblicità, il Natale dei soldi. Il Natale oggi è una festina” riflette il filosofo. “La cronaca è un susseguirsi di episodi mortificanti: la scuola che abolisce il presepe nel segno del politicamente corretto, il parroco che ha paura di celebrare la messa di mezzanotte, la comunità che rinuncia ai canti tradizionali per non urtare l’altrui sensibilità>>. <<Sono i cristiani i primi ad aver abolito il Natale>>. Continue reading »

Dic 212018
 
VillaNina

Anche quest’anno Marino Aperta Onlus  ha svolto il 20 dicembre scorso un concerto di solidarietà  tra gli anziani e gli ammalati a Villa Nina.

Una rappresentanza del Coro del Fiore Blu formata da bambini, ragazzi e adulti, accompagnata da don Bruno Meneghini, si è intrattenuta nei locali della Casa di Cura di Frattocchie presentando i canti del Natale e alcuni canti tipici della tradizione popolare italiana.

Sorrisi e applausi hanno caratterizzato l’evento che ha portato un pò si serenità e distrazione tra gli anziani e ammalati.

E’ sempre emozionante e utile alla riflessione confrontarsi con le persone anziane, specie quelle sofferenti” ha commentato il Direttivo dell’associazione. “L’attenzione per chi è in difficoltà è uno dei punti fondamentali del nostro volontariato e qui, a Villa Nina, ogni anno, si rinnova questo momento di sana allegria, nonostante il dolore e la sofferenza“.

VillaNina2

Dic 062018
 
Prove Generali Sorelle in Blues 2018

Con le 4 date del 7, 8 e 9 dicembre, Marino Aperta si appresta a presentare il Musical di Natale, Sorelle in Blues.

Altissima l’attesa e, a quanto pare, anche l’aspettativa degli spettatori che con le prenotazioni hanno superato quota 650, praticamente un tutto esaurito ogni sera alla Sala Teatro Vittoria di Villa Desideri.

I numeri del Musical non sono da primato solo per gli spettatori: abbiamo 23 orchestrali, circa 50 persone che si alternano sul palco e oltre 30 per le parti organizzative e tecniche dello spettacolo.

Ecco le foto dell’ultima prova generale presso la scuola Primo levi a Frattocchie.

Prove Generali Sorelle in Blues 2018

Prove Generali Sorelle in Blues 2018

IMG_20181202_161530

IMG_20181202_161523

 

 

 

Dic 062018
 
giovani
Dalla fine di novembre 2018 è stato avviato a Frattocchie il nuovo progetto di collaborazione tra l’associazione Marino Aperta Onlus e il Liceo Statale Vito Volterra di Ciampino. Il progetto, denomiato anche questo anno Spazio Giovani, rientra tra le attività approvate dal prestigioso Liceo ciampinese per l’Alternanza Scuola Lavoro (ASL),  attività obbligatoria per gli studenti nelle scuole superiori di secondo grado.
Il progetto di cooperazione per l’Alternanza si svolge presso la scuola Anna Frank a supporto del Centro Aggregativo Giovanile (CAG) gestito da molti anni dai volontari di Marino Aperta Onlus in collaborazione con gli Istituti Secondari scolastici di primo grado Levi e S. Maria delle Mole -Vivaldi di Marino.
Circa 20 studenti del Volterra si alterneranno settimanalmente presso i locali della scuola Frank, tutti i pomeriggi, per attività di supporto didattico e di integrazione sociale dedicata ai giovani adolescenti di Frattocchie e Santa Maria delle Mole, segnalati dalle scuole locali per il recupero scolastico o che frequentano il CAG per finalità sociali. Il coordinatore delle attività nel CAG di  Marino Aperta Onlus svolgerà il ruolo di tutor esterno del progetto.
Siamo molto soddisfatti del rinnovo dell’Alternanza Scuola Lavoro con il Liceo Scientifico Volterra con una collaborazione che si aggiunge alle importanti e consolidate attività con le Scuole di Marino, i Servizi Sociali Comuali e il Ministero di Grazia e Giustizia” ha dichiarato il Presidente di Marino Aperta Onlus Marco Carbonelli. “Gli ottimi risultati ottenuti nello scorso anno e il produttivo confronto con il Referente del Liceo Volterra, prof. Gianfranco Pica, e con i ragazzi indicati per l’Alternanza Scuola Lavoro confermano la bontà della proposta sia per gli studenti delle scuole medie della pianura di Marino sia per gli stessi giovani liceali del Volterra.”