Giu 182015
 

Con una iniziativa di Marino Aperta Onlus e dei volontari della Parrocchia San Giuseppe di Frattocchie, un gruppo di bambini del Piccolo Coro del Fiore Blu ha trascorso un’ora con canti e balli tra malati ospitati a Villa Nina a Frattocchie.

Con l’entusiasmo e il sorriso che i bambini sanno ben dispensare a tutti, i malati presenti si sono coinvolti, partecipando ai canti, ai movimenti e applaudendo commossi alla fine del concerto.

Una iniziativa molto importante sia per i bambini sia per gli ammalati” ha dichiarato Marco Carbonelli vicepresidente di Marino Aperta Onlus e responsabile del Piccolo Coro del Fiore Blu “che la nostra associazione porta avanti con continuità da molti anni. Ora l’appuntamento con gli ammalati è per il prossimo autunno con nuovi canti per una nuova festa insieme”.

MA-VillaNina

Giu 182015
 
riunioneLavagna

Presso la Cooperativa la Castelluccia in via Boville 1 (Marino) sta per essere avviato un programma di formazione come ‘helper’ per le malate oncologiche mammarie. Il corso è organizzato dalla Regione Lazio, la ASL Roma H e la Cooperativa sociale la Castelluccia.

 

“La prossima settimana” ha dichiarato la referente del corso dott.ssa Angela D’Agostino, “ inizia una formazione rivolta a persone sensibili e disponibili ad assumere una funzione di helper verso donne che hanno o stanno vivendo un esperienza di malattia oncologica al seno

La formazione e’ gratuita e punta ad avviare una serie di azioni di sensibilizzazione ed informazione sulla tematica del carcinoma mammario.

Saranno fornite informazioni mediche, psicologiche, relazionali e finalizzate all’attivazione di gruppi di auto mutuo aiuto.”

Le  persone interessate possono contattre la Coorpativa sociale La Castelluccia ai recapiti inseriti in fondo al programma.

 

Per informazioni:

Cooperativa La Castelluccia

Via Boville n.1 – Castelluccia – Marino

Tel. 06.89095257 fax: 06.89095256

Mail: direzione@gnosispsichiatria.it

Referente dott.ssa Angela D’Agostino 335.6449296

 

 

Programma

PROGETTO

LISTEN – ASCOLTARE PER SOSTENERE

Sostegno alla Famiglia “Oncologica”

 

FORMAZIONE DI VOLONTARIE E VOLONTARI – HELPER

 assistenza alle pazienti  affette da cancro mammario ed ai loro familiari

 

PROGRAMMA

 

LUNEDI’ 22/06/2015 ore 14.00-18.00

Il volontariato in Oncologia :

Il ruolo, il profilo, la formazione

Aspetti psicologici dei trattamenti medico-chirurgici.

Docente: dott.ssa Gabriella Lorenzi

 

Martedì 23/06/2015   ore 15.00-19.00

Aspetti clinico- terapeutici del Ca mammario.

L’impatto della patologia neoplastica sul sistema familiare e di coppia.

Aspetti Analitico transazionali nella comunicazione col malato e con i familiari.

Il  GAB e le transazioni. Esercitazioni pratiche.

Docente: dott.ssa Elisabetta Vella

 

GIOVEDI’ 25/06/2015 ore 14.00-18.00

La dimensione psicologica del malato nelle diverse fasi del ciclo vitale.

L’impatto emotivo nella famiglia e nella rete sociale di fronte alla diagnosi di tumore.

Esercitazioni e simulate

Docente: dott.ssa Gabriella Lorenzi

 

Venerdì 26/06/2015   ore 15.00-19.00

le problematiche psico-fisiche del malato oncologico

Le cure palliative; la figura del caregiver in famiglia, la sua attività, le sue difficoltà.

Utilizzo del GAB e delle transazioni per relazionarsi utilmente nel contesto familiare.  Esercitazioni e simulate.

Docente: dott.ssa Elisabetta Vella

 

 

 

 

 

 

 

 

Martedì 30/06/2015 ore 15.00-19.00

Quando una mamma si ammala: parlare ai figli della malattia. Come reagiscono i bambini;  come affrontare la quotidianità; quando chiedere un aiuto specialistico.

Come parlare con i figli adolescenti, adulti.

Strumenti A.T. ed esercitazioni.

Docente: dott.ssa Elisabetta Vella

 

 

GIOVEDI’ 02/07/2015 ore 14.00-18.00

La comunicazione

Reazioni emotive del volontario in relazione alle diverse fasi della malattia

Esercitazioni e simulate

Docente: dott.ssa Gabriella Lorenzi

 

 

GIOVEDI’ 09/07/2015 ore 14.00-18.00

Il rischio di  burn-out nei volontari

Esercitazioni e simulate

Docente: dott.ssa Gabriella Lorenzi

 

 

Martedì 14/07/15 ore 15.00 – 19.00

Interventi di sostegno attraverso l’auto mutuo aiuto

Dott. Marco D’Alema – dott. Marco Sacconi e dott.ssa Katia Chiappa

 

 

Giovedì  16/07/15  ore  15.00-19.00

I diritti del malato neoplastico aspetti psicologici e legislativi.

La gestione della rabbia e della vergogna.

Quale atteggiamento assumere durante la visita collegiale, senza sminuire e colludere con gli operatori.

Esenzione dal ticket

Prescrizione gratuita di protesi ed ausili

Riconoscimento dell’Invalidità Civile

Indennità di accompagnamento

Contrassegno di libera circolazione e sosta

Agevolazioni fiscali

Benefici sul lavoro per il malato con uno stato di handicap grave (L.104/1992)

Congedi per assistenza per parenti portatori di grave handicap (L. 104/1992)

Simulate sugli argomenti proposti.

Docente: dott.ssa Elisabetta Vella

 

Venerdì 17/07/15 ore 15.00 – 19.00

Interventi di sostegno attraverso l’auto mutuo aiuto

Dott. Marco D’Alema – dott. Marco Sacconi e dott.ssa Katia Chiappa

 

 

 

 

 

 

 

Docenti

 

 

Dott.ssa Gabriella Lorenzi

Psicologa-Psicoterapeuta Individuale e di Gruppo – Specialista in Psiconcologia

Consulente A.N.D.O.S  e Comitato Contro la Lotta dei Tumori Anzio – Nettuno presso il Dh Oncologico Ospedale di Marino e di Anzio ASL RMH

 

 

Dott.ssa Elisabetta Vella

Psicoterapeuta  Scuola Superiore di Analisi Transazionale “Seminari Romani”

Specialista in Medicina Legale  – Counseling Oncologico U.O.C.  Oncologia ASL RM H

Attività di volontariato presso l’A.N.D.O.S. Sezione di Albano Laziale.

Docente di Scienze Umane  Corso di Laurea in Scienze  Infermieristiche  Generale e Pediatrica Facoltà di Medicina Università di Tor Vergata, Ospedale Bambino Gesù di Roma.

 

Dott. Marco D’Alema

Psichiatra- Psicoanalista SPI (Società Psicoanalisi Italiana) – direttore vicario DSM ASL RM H

 

Dott. Marco Sacconi

Educatore Professionale

 

Dott.ssa Katia Chiappa

Educatore Professionale

 

Giu 162015
 
DonCamb1
Giovedi’ 18 giugno, alle ore 21, a Frattocchie il gruppo “Donne per il cambiamento”  organizza un incontro con l’Associazione nazionale “Maschile plurare”, le cui finalita’ riguardano:- la promozione di una riflessione individuale e collettiva tra gli uomini di tutte le eta’ e condizioni, a partire dal riconoscimento della propria parzialita’ e dalla valorizzazione delle differenze, nella direzione di un mutamento di civilta’ nelle relazioni tra i sessi;
– l’impegno pubblico e personale per l’eliminazione di ogni forma di violenza di genere, sia fisica che psicologica;
– la facilitazione di una svolta nei comportamenti concreti di ciascuno, con le proprie diverse soggettivita’ nelle relazioni interpersonali, nelle famiglie, nel mondo del lavoro, nelle scuole e nelle universita’, nelle comunita’ religiose, nei luoghi della politica e dell’informazione, nonche’ nelle diverse occasioni di socialita’.

Interverra’ come docente il Dott. STEFANO CICCONE.

Per ogni domanda potete fare riferimento alla responsabile del gruppo, Barbara Cerro 3475449532

Giu 152015
 
Foto1

 Si è concluso alle ore 21:15 l’ottava edizione del convegno sulla gestione dei rifiuti urbani organizzata dal Gruppo di Presenza dell’ass. Mons. Grassi e da Marino Aperta Onlus. Estremamente interessanti le esposizioni svolte dalle tre società a capitale pubblico invitate e cioè la Volsca Ambiente e Servizi di Velletri, l’Ambi.en.te di Ciampino e la Multiservizi di Marino.  Riteniamo opportuno e doveroso ringraziare relatori di rango quali Valentino Di Prisco – amministratore delegato della Volsca -, Eleonora Di Giulio e Demetrio De Stefano – presidente e direttore dell’Ambi.en.te -, e Aldo Crisanti – direttore della Multiservizi.

          L’incontro ha realizzato le aspettative che lo hanno promosso, proprio nella considerazione delle diversità che caratterizzano le tre gestioni in termini: del numero di abitanti e di comuni serviti, dell’anno di inizio della raccolta differenziata e dei risultati per essa raggiunti, di compressione dei costi e delle tariffe.

          E’ risultato chiaro che per avere un buon risultato nella selezione dei materiali (carta, plastica, vetro e metalli) occorre oltre alla volontà politica di realizzarla, il coinvolgimento essenziale  della popolazione, tramite incontri per conoscere e la conseguente valutazione dei comportamenti, la completa adesione dei lavoratori all’iniziativa  e non ultimo il rispetto delle leggi.

          La Volsca è impegnata ad estendere il porta a porta dal primo gennaio 2016 nei territori di Velletri ed Albano.

          Fiore all’occhiello è rappresentato dall’Ambi.en.te che opera in una decina di Comuni raggiungendo in essi  il 70% di raccolta differenziata.

          La Multi servizi, con i dati 2013, presentava un costo di poco superore a quello di Velletri, che però vantando 52.000 abitanti, per cui il costo per abitante risulta ancora più basso di quello he grava sui marinesi.

Va sottolineato che il rapporto tra amministrazione comunale e Società è del tutto strano e privo di indicazioni tese a raggiungere risultati conformi a legge; basti pensare che la nostra raccolta differenziata è stabile sul 20 – 22% ormai da quattro anni. Purtroppo la Società non potendo proporre iniziative in tal senso deve limitarsi a realizzare quanto l’amministrazione impone.

Certamente non va comunque sottovalutato che per un servizio scadente, le tariffe che noi paghiamo sono troppo alte; in termini di gestione c’è  qualcosa che non va.

          L’amministrazione da parte sua è stata completamente assente e, sebbene avesse pubblicamente confermata a se stessa la piena fiducia nella realizzazione del programma presentato per le scorse elezioni comunali a favore della popolazione, al momento sembra aver abbandonato l’impegno assunto di iniziare nel mese corrente il passaggio alla raccolta dei rifiuti, probabilmente addebitando il rinvio al sindaco eletto nel 2014.

 Tra 18 mesi scade l’affidamento alla nostra Multiservizi ed il consiglio comunale ha bocciato senza discutere la mozione con la quale si impegnava l’amministrazione ad una programmazione nel settore ed a far effettuare controlli e verifiche rispondenti ai contratti.

          Il ministro dell’ambiente prospetta che la multa europea per i ritardi accumulati nella gestione dei rifiuti sia pagata dai Comuni che non hanno raggiunto al 2012 l’obiettivo del 65% di raccolta differenziata.  Chiederemo, magari con una raccolta firme, che, nel caso quanto prospettato diventi realtà, la multa sia pagata dai componenti delle giunte che si sono susseguite nel comune di Marino dal 2006 ad oggi 2015, e non dai residenti lasciati nell’ignoranza più nera.

                        Il portavoce dell’associazione: Corrado Colizza

Giu 142015
 
A-Saggio2LR

Con oltre 40 tra bambini e ragazzi coinvolti anche quest’anno presso la parrocchia San Giuseppe a Frattocchie, Marino Aperta ha chiuso con la manifestazione “Che musica Ragazzi” i corsi di musica 2014-2015. Grande partecipazione delle famiglie e dei ragazzi che si sono cimentati in esercizi e brevi pezzi musicali. I corsi riprenderanno nel prossimo autunno.

Soddisfazione hanno espresso gli organizzatori:  “La possibilità di esprimesi con la musica” ha dichiarato Giovanna Ruffini una dei responsabili dei corsi “è una risorsa che i ragazzi scoprono pian piano di avere. Una marcia in più che li aiuta a crescere in modo sano e con sensibilità”.

Giu 082015
 
DonneCambiam

Le esperienze del carcere, il valore della consulta delle pari opportunità e i drammi psico-infantili al centro del nuovo approfondimento estivo.

Nuovo calendario di incontri di formazione per le Donne per il Cambiamento di Marino e dei Castelli Romani per il mese di giugno. l relatori di questa nuove sessioni di approfondimento sono, per il prossimo 11 giugno Daniela Toncelli, volontaria presso il carcere di Velletri, e Bianca Maria Zama esperta in tema di Consulta delle Pari Opportunità che opera a Ciampino, per il 25 giugno è previsto un secondo in contro con la dott.ssa Francesca Suma, psicoterapeuta infantile della casa famiglia Chiara e Francesco di Torvaianica, che approfondiranno il complesso tema delle attività e dell’operatività dei  bambini abusati.

 

Anche per questo nuovo primo incontro dell’11 giugno” ha dichiarato Barbara Cerro del coordinamento delle Donne per il Cambiamento “abbiamo il piacere di farci guidare da due donne molto esperte del mondo del volontariato, sia in ambito carcerario sia per la consulta, al fine di arricchire ancora di più il nostro percorso formativo. Ricordo a tutti che la partecipazione alla formazione del gruppo delle Donne per il Cambiamento è gratuita: chi vuole può contattare il 347 5449532 per avere informazioni”.

 

Coordinamento Donne per il Cambiamento

 

 

Giu 082015
 
cassonettoIII

Il primo di aprile, sindaco presente, con la deliberazione n. 17 il Consiglio comunale boccia la mozione prot. n. 12443 del 16.03.2015 avente ad oggetto: “presente e futuro del sistema di gestione rsu a marino” che, tra l’altro,avrebbe impegnato la giunta ed il sindaco: ad indirizzare ed effettuare i conseguenti controlli sulla gestione dei rifiuti urbani in modo da ridurre il costo del servizio gestito dalla Multiservizi; ad avviare la progettualità per adeguare la gestione dei rifiuti urbani alla legge per ridurre la quantità di rifiuti smaltiti in discarica; ad utilizzare il conseguente risparmio per aumentare i dipendenti e ridurre la tariffa ai residenti.

Come ricorderete il passaggio alla raccolta “porta a porta” , che riduce fortemente i rifiuti in discarica, il sindaco si era impegnato ad attuarlo in questo mese di giugno. Dopo quanto accaduto ed avendo ascoltato il facente funzioni,  l’impressione che ne risulta ci suggerisce di pensare che il nuovo sistema di raccolta difficilmente verrà introdotto, anche perché nel 2016, cessa l’affidamento alla Multiservizi.

Questi fatti ci hanno consigliato di conoscere meglio le organizzazioni di altre Società, che producono servizi più conformi, di buona qualità ed a costi minori. Abbiamo quindi, invitato ricevendone l’assenso, al pari della nostra Multiservizi,  le massime espressioni di altre due società a capitale pubblico e precisamente della Volsca Ambiente di Velletri e dell’Ambi.en.te di Ciampino.

 

Questo l’antefatto che ha determinato il tema dell’8vo convegno su “gestione dei rifiuti urbani – organizzazione e costi – tariffe a carico dell’utenza” al quale sei invitato per conoscere ed uscire da uno stato di acquiescenza che ci rende di fatto complici nell’arretratezza e nello spreco del nostro denaro.

Organizza Associazione Mons. Grassi e Marino Aperta Onlus presso il Tetro di Frattocchie, il 12 giugno alle ore 18,50.

il portavoce dell’associazione: Corrado Colizza

 

www.associazionegruppodipresenza.sitiwebs.com

gruppopresenzamgg@yahoo.it

3479026427

 

Giu 082015
 
DSC_0251

Tre repliche nel fine settimana dal 5 al 7 giugno hanno segnato uno strepitoso successo del musical proposto dalla Parrocchia San Giuseppe di Frattocchie e Marino Aperta Onlus. Oltre 350 spettatori con sala piena in ogni replica. Applausi a scena aperta per gli oltre 50 attori – bambini, adolescenti e adulti – presenti sul palco la per la Big Band di Marino Aperta Onlus, l’orchestra giovanile di 23 elementi che ha accompagnato tutti gli spettacoli.

DSC_0260

‘Apri il cuore prima del diluvio’, il musical prodotto a Frattocchie, è stato ispirato liberamente al noto spettacolo  ‘Aggiungi un posto a tavola’, dando una connotazione di modernità e di grande ironia. Nella storia si incrociano i personaggi di un paese di montagna con le incursioni di personaggi di Guerre Stellari, per una interessante contaminazione che dà una nuova originalità alla storia . Davvero entusiasmante la Big Band di Marino Aperta Onlus, con oltre la metà degli orchestrali al di sotto dei 16 anni in grande evidenza.


DSC_0293

La soddisfazione più grande” ha dichiarato Marco Carbonelli responsabile di questo progetto per Marino Aperta Onlus “ è stato vedere la grande partecipazione della Comunità di Frattocchie coinvolta nel volontariato locale, con i suoi bambini e le sue famiglie. Questa piccola comunità si è attivata con una creatività e una semplicità disarmante e ha mostrato, in un clima di amicizia e rispetto di tutti, quanto siano grandi le sue potenzialità.”

Durante lo spettacolo un grazie particolare è stato rivolto a don Bruno Meneghini e a don Felipe Gil, parroco uscente lo scorso anno e parroco entrante a Frattocchie, che hanno consentito con il loro lavoro e la loro disponibilità che si creassero le condizioni per la realizzazione di questo evento.

DSC_0251

DSC_0274

DSC_0269

DSC_0299

DSC_0326

DSC_0338

 

Giu 042015
 
Ada-MugillaSpot

Il 9 giugno 2015 dalle ore 7,30 in collegamento televisivo su RAI 3 i cittadini di Argine via Divino Amore (ADA) e degli altri comitati che combattono, assieme ad Italia Nostra Castelli Romani e Legambiente Appia Sud ‘il riccio’, la cementificazione a Marino, invitano tutti gli abitanti che amano il territorio e il loro futuro a partecipare alla diretta televisiva che si terrà dal parcheggio antistante alla Cantina Sociale il Gotto d’Oro in via del Divino Amore, di fronte all’area verde che gli amministratori locali vorrebbero trasformare in una colata di cemento.

Questa diretta” dichiara il coordinamento di ADA “costituisce l’ennesima opportunità per l’opinione pubblica di conoscere la insensatezza e le vere ragioni del progetto di cementificazione voluto da Palozzi, Silvagni e tutto il centro destra di Marino, con la silente complicità del PD in Regione e a livello locale. Si vorrebbe riparare al disastro già fatto con il cemento già realizzato a Santa Maria delle Mole e Frattocchie con del nuovo cemento, per oltre 1.300.000 mc. Una nuova città grande quanto Urbino che non serve a nessuno se non agli speculatori e ai politicanti che l’hanno approvata e consentita. Ma noi di ADA ci batteremo senza esitazione in tutte le sedi per fermare questa scelta folle.”

Coordinamento ADA 2.0

ADA9-6-15

Mag 282015
 

RifugDopo il corteo del 25 maggio 2015 si aspetta una soluzione dignitosa della questione dei rifugiati a Marino dopo un avvio gestito male e le strumentalizzazioni di alcuni, sia locali che venuti a posta a Marino per ottenere visibilità.

Circa cinquecento persone che sfilano in corteo il 25 maggio scorso: partenza ore 21.00 da Piazza Matteotti per poi scendere per Corso Trieste, passando per Piazza Garibaldi fino a giungere a Via Cesare Colizza, davanti alle palazzine cui il prefetto ha destinato i 78 immigrati, dove il corteo è atteso per la diretta televisiva sulla trasmissione “Quinta Colonna”.

Il corteo, scortato da Carabinieri e Polizia, si svolge con ordine: i partecipanti mostrano gli striscioni preparati nelle ore che precedono il corteo: “Integrare non è sfruttare”, “Marino non ci sta! Ma quale solidarietà, solo business e finta carità”, “Nessuno tocchi il mio popolo!”. Giovani, adulti, anziani, donne, bambini che sfilano, alcuni portano fiaccole accese, altri sventolano bandiere tricolore. Ogni tanto qualcuno apre un coro: “Marino unito!”, “Diritto alla casa, diritto al lavoro, non ce lo abbiamo noi, non ce lo avranno loro!” , poi qualcuno intona l’inno di Mameli.

Intervistiamo qualcuno dei residenti nelle palazzine destinate ai rifugiati per capirne motivazioni e stati d’animo: “Abbiamo acquistato la nostra casa grazie alle agevolazioni previste dalla legge 167 per l’edilizia agevolata per le giovani famiglie che acquistano la prima casa. Abbiamo aspettato più di due anni prima che il costruttore ce la consegnasse ed ora che finalmente abbiamo una casa, scopriamo che il costruttore, in palese violazione della legge 167, ha affittato gli appartamenti che non è riuscito a vendere ad una cooperativa sociale. Questa cooperativa si è aggiudicata il bando indetto dalla Prefettura per fornire ospitalità agli immigrati con lo status di rifugiati e il Prefetto, non sapendo che il provvedimento fosse in difetto di legittimità, ha firmato un provvedimento di assegnazione dei rifugiati alle nostre palazzine”.

Intervistiamo una donna incinta: “Ho un figlio di due anni e un altro in arrivo: venerdì partorirò ma sono sinceramente agitata. Mi spaventa sapere che verrà allestito un centro accoglienza per immigrati nel mio condominio: come donna e come madre sono molto preoccupata per me e i miei figli.

Un’altra giovane donna ci dice “Il condominio si trasformerebbe in un ostello : sotto la mensa e le aule ricreative, sopra gli alloggi. Non conosco questi ragazzi, ma 78 immigrati che si spostano per le aree comuni condominiali credo creino un forte problema di integrazione”.

Un’altra testimonianza ci dice: “Non si tratta di razzismo, ma di rispetto della legalità: siamo stati dal Prefetto per evidenziargli che, affittando questi appartamenti che sono stati costruiti per essere destinati alle giovani famiglie, sono state violate le norme previste per l’edilizia agevolata. Gli abbiamo sottolineato che si tratta di appartamenti ad uso residenziale e non sono adatti ad essere trasformati in una struttura ricettiva. In Prefettura ci hanno accusato di razzismo e scarsa tolleranza, non accettiamo di essere insultati da chi svolge il ruolo di rappresentare le nostre istituzioni”.

Questi sono gli stati d’animo degli abitanti della zona Paolina mentre sfilano in corteo di protesta a Marino. E mentre ancora una volta si alzano alcune voci ad intonare l’inno di Mameli, dopo aver ascoltato queste interviste mi chiedo come interpretare questo canto: forse per alcuni significa chiusura verso lo straniero, per altri è forse un appello da cittadini italiani alle istituzioni in cui malgrado tutto ancora credono, perché gestiscano l’emergenza nel rispetto delle leggi e non la lascino gestire al caso.

Donatella Dibello