Mar 302016
 
DibelloSmall

Con una comunicazione ancora da ufficializzare il presidente di Marino Aperta, l’ing. Antonio Dibello ha informato il prossimo avvio di Politeia 2016. La scuola che Marino Aperta ha  offerto già da nove ani alla comunità dei castelli romani si riavvierà nel mese di aprile con un calendario di 3 incontri. Nei prossimi giorni verrà pubblicata la locandina con gli appuntamenti e i temi che verranno affrontati.

La redazione di marinoapertaonlus.it

Mar 232016
 
Rayan

Gentile sindaco di Ciampino Terzulli,

il 4 aprile prossimo scadranno i termini di presentazione delle osservazioni da parte di cittadini, comitati, associazioni e amministrazioni sulla seconda Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) presentata da ENAC per l’aeroporto di Ciampino

Sono due, in questo momento, le procedure sul tavolo delle Istituzioni per arrivare alla diminuzione dei voli e al rientro nei limiti di legge dell’aeroporto: Il “Piano” di riduzione del rumore, che è un obbligo di legge per AdR, e la “Valutazione di Impatto Ambientale” (VIA) presso il Ministero dell’Ambiente (obbligo di legge Europeo).

Come forse saprà, questa VIA per l’Aeroporto di Ciampino viene presentata da ENAC con 15 anni di ritardo, secondo quanto afferma la UE nei documenti di inchiesta sulle anomalie di Ciampino.

Nell’incontro che avemmo con Lei il 18 febbraio scorso ci informò che era sua intenzione firmare il piano, per noi cittadini inefficace e fuori norma, di riduzione del rumore presentato da AdR, perché lo riteneva comunque un passo avanti, al contempo ci disse che avrebbe fatto una dura battaglia nell’ambito della VIA.

Il tempo scorre inesorabile e tra meno di 15 giorni scadranno i termini per la presentazione delle osservazioni alla VIA. 

Viste le sue dichiarazioni nell’incontro con il Comitato le esponiamo pubblicamente le seguenti domande:

  1. Quando preparerà e quando presenterà alla “Commissione Tecnica per la VIA”, insediata presso il Ministero dell’ambiente, le osservazioni del  Comune di Ciampino?
  2. Quante persone del suo staff o dei suoi uffici stanno lavorando per analizzare la VIA aeroportuale e predisporre queste osservazioni in difesa della salute dei cittadini, dell’ambiente, del territorio e delle leggi dello Stato?
  3. Come si esprimerà a riguardo della riduzione dei voli ipotizzata anche nella VIA per il 2021?

Aspettiamo le sue preziose risposte: anche noi ci stiamo lavorando e saremo impietosi contro l’ipocrisia di chi ha palesemente tenuto un comportamento fuori dalle norme per oltre un decennio e ora, come se niente fosse successo, chiede, sia attraverso un Piano, a nostro avviso inefficace, di Riduzione del Rumore che attraverso la procedura di Valutazione Ambientale in corso, di aspettare altri 5 anni per una riduzione del rumore che non può che essere immediata, se la legge ha ancora un senso.

Il conto alla rovescia è cominciato, per noi e per lei! Aspettiamo la Sua risposta.

www.comitatoaeroportociampino.it

twitter: Comitato Ciampino@CiampinoCRIAAC

facebook: Comitato aeroporto di Ciampino

info@comitatoaeroportociampino.it

Mar 172016
 
CRI-DonazioniSangue

Il Comitato dei Colli Albani della Croce Rossa Italiana pone all’attenzione dell’opinione pubblica quale sia la propria situazione, all’indomani delle elezioni tenute lo scorso 28 Febbraio 2016. In questa intervista, il neo eletto Presidente Bruno Pietrosanti fornisce una ampia panoramica di quanto è accaduto, ma soprattutto rivela gli obiettivi del rinnovato Consiglio Direttivo, composto, oltreché dallo stesso Pietrosanti, dai Consiglieri Fiorella Chieruzzi, Hilary Atkins, Michele Monti, Angelo Pazienza. Dopo un periodo di commissariamento il Comitato ha rinnovato i propri quadri dirigenziali, ed è tornato a svolgere pienamente la propria attività, con l’energia e lo spirito di servizio che da sempre lo contraddistinguono.

Presidente Pietrosanti, cosa rappresenta per il Comitato CRI dei Colli Albani l’elezione del nuovo Consiglio Direttivo?  

“Un sostanziale, decisivo passo in avanti, che ci consente di affrontare da subito sfide nuove e di impegno sempre crescente. Ma mi sia permesso in questa sede, anche a nome del Consiglio, di salutare e ringraziare il Commissario uscente Giovanni Kheiraoui, che ci ha ‘traghettato’ nel migliore dei modi fino alle elezioni che hanno portato al rinnovo del Consiglio”.

Ha accennato a sfide immediate, nuove e impegnative. Cosa riguardano, le è possibile fare delle anticipazioni?

“Le esigenze della società odierna cambiano a ritmi vertiginosi, lo constatiamo ogni giorno. Per essere al passo coi tempi, la prima voce del nostro programma non può non riguardare la formazione dei volontari. Il nostro impegno va anzitutto nel senso di fornire a chi vuole essere partecipe delle nostre attività e delle nostre iniziative le giuste basi per farlo”.

Presidente, prima di parlare di ulteriori, nuove iniziative, ritiene di poter confermare quanto è avvenuto in passato circa la presenza della Croce Rossa, ad esempio, nei Centri Sociali per anziani?

“Posso confermare che proseguiremo le attività nei Centri Anziani di Marino, Santa Maria delle Mole, Frattocchie e Rocca di Papa, ed abbiamo avviato contatti con Albano Laziale, Pavona e Castel Gandolfo. Siamo presenti e attivi con gli anziani della RSA Villa Nina di Frattocchie e presso la Casa Famiglia di Castel Gandolfo, ed abbiamo firmato una convenzione con la ASL/RM-H, per svolgere attività di assistenza al Pronto Soccorso di Albano Laziale”.

Conferma anche la presenza al Centro Trasfusionale ‘San Giuseppe’ di Marino?

“Si, ma non solo. Siamo orgogliosi di poter annunciare che verranno attivate nuove iniziative, e che la nostra presenza al ‘San Giuseppe’ sarà arricchita dall’apertura del mercoledì. Ci corre l’obbligo di ringraziare la Presidenza della ASL per la fiducia che ci accorda, da due siamo passati a quattro giornate di raccolta sangue, con la contemporanea attivazione di un day hospital”.

In apertura di articolo abbiamo parlato, in maniera generica, di obiettivi da raggiungere…

“Tra le nuove sfide che ci aspettano, uno degli obiettivi primari che ci siamo posti è di attivare presso il CTO di Marino, in tempi relativamente brevi, l’aferesi e l’aferesi piastrinica, alzando in questo modo i livelli di qualità nella donazione del sangue. Il raggiungimento di questo obiettivo ci consentirebbe di far avvicinare un numero di persone ancora superiore alle donazioni, e nel contempo di accrescere la prevenzione. Un servizio simile attualmente non viene svolto da nessun Centro Trasfusionale della ASL/RM-H. Si tratta certamente di un grosso impegno, ma questo non ci spaventa, ci stimola”.

Ci può fare un elenco, sia pure parziale, delle attività che svolge il Comitato della Croce Rossa dei Colli Albani, in maniera da dare ai nostri lettori una informazione esauriente riguardo alla vostra opera?

“Con piacere. Possiamo iniziare ricordando che il Comitato di Colli Albani dal 1dicembre ha firmato una convenzione con l’ARES-LAZIO per istituire una postazione di 118 nel Comune di Marino. Diamo assistenza a manifestazioni pubbliche e private, e a proposito di manifestazioni abbiamo in animo di organizzarne per diffondere le nostre iniziative. Siamo a disposizione per attività nelle scuole e in enti pubblici, o per corsi rivolti alla popolazione.

Riprenderemo le raccolte di sangue esterne, stipulando apposite convenzioni, così come prevede la nuova normativa emanata dalla Regione Lazio. Voglio ricordare che gli iscritti come donatori di sangue della Croce Rossa, hanno uno sconto del 30% sui servizi che eventualmente dovessero richiedere per se stessi o per loro famigliari, servizi quali il trasporto infermi per visite specialistiche, dimissioni dagli ospedali e così via”.

Presidente Pietrosanti, come possiamo terminare questa presentazione dell’attività della Croce Rossa dei Colli Albani?

Credo che il modo migliore sia prendere a prestito il fortunato slogan di un nostro manifesto, che recita ‘La Croce Rossa c’è’. E che ci siamo, e siamo attivi, è attestato dalla preziosa attività di volontariato che offriamo quotidianamente alla nostra comunità, che auspichiamo che possa essere ulteriormente incrementata con il concorso di un numero sempre maggiore di persone”.

 

 

* Che cos’è l’aferesi piastrinica – L’aferesi di cui ha parlato il Presidente della CRI dei Colli Albani nel corso dell’intervista, è una moderna procedura che mediante l’utilizzo di una apposita macchina consente di ottenere dal donatore una specifica componente del sangue. La macchina estrae il sangue da una vena dell’avambraccio, come nella donazione tradizionale, lo immette in un circuito sterile e con un processo di centrifugazione e filtrazione lo separa, consentendo la raccolta di plasma e piastrine. I globuli rossi, che contengono il ferro e l’emoglobina, vengono restituiti al donatore. Oltre ad essere una donazione indubbiamente più moderna, questa tecnica è utile in quanto consente di ottenere da un singolo donatore una buona quantità di un singolo emocomponente. In ogni trattamento è infatti possibile estrarre il solo plasma (plasmaferesi) le sole piastrine (piastrinoaferesi) o entrambi gli emocomponenti (aferesi multicomponent). Queste tre tipologie di aferesi sono definite aferesi produttive, in quanto mirano a produrre specifiche componenti ematiche.

 

                                                                                Ufficio Stampa Comitato CRI dei Colli Albani

Mar 172016
 
Mugilla - marzo 2016 - foto 1L’Assemblea contro la Cementificazione del Comune di Marino invita la popolazione a partecipare ad un incontro pubblico per proseguire il percorso di mobilitazione contro la speculazione edilizia.
In questi mesi di campagna elettorale che precede le elezioni amministrative, nonostante il Comune di Marino sia stato commissariato per motivi legati anche a questione di natura urbanistica che hanno portato in carcere l’ex sindaco di centro-destra, non si sono fermate le attività di devastazione del territorio.
Anzi, in questo ultimo periodo, con l’avallo dei funzionari comunal
i, stanno sorgendo ovunque nuovi palazzi: da Palaverta, a Quarto S.Antonio, da via Kennedy a Mazzamagna, da Due Santi a via del Sassone, sono innumerevoli i cantieri che sono già partiti.
Ultimamente, una parte di Mugilla, a poche decine di metri dalla scuola “G.Verdi” (detta “Maroncelli”), è stata ulteriormente cantierata: forse è il preludio all’inizio dei lavori per 8 dei 17 palazzi approvati nel Masterplan ?
Dopo l’incontro con il Commissario Prefettizio dello scorso 23 dicembre, al quale hanno partecipato altri comitati e associazioni del territorio (ADA, Legambiente e Italia Nostra), non si è più saputo nulla in merito ad una nuova convocazione che avrebbe dovuto esserci già a febbraio.
Evidentemente, l’operato della dott.ssa Enza Caporale, commissario prefettizio in carica al Comune di Marino, non si discosta molto dai suoi predecessori di Palazzo Colonna: nonostante un primo giro di poltrone da lei voluto che ha visto escludere alcuni funzionari da responsabilità in determinati settori, la conferma dell’ing. Petrini a capo dell’ufficio urbanistica è il segno più evidente della continuità degli affari legati al settore immob
iliare.
Per opporsi efficacemente alla proliferazione dei cantieri in zone che fino a poco tempo fa erano verdi o già molto sature e povere di servizi crediamo che occorra incontrarsi di nuovo pubblicamente per promuovere azioni che inceppino la devastazione e il saccheggio del territorio in cui viviamo.
Infatti, oltre ai cantieri sopracitati, il Masterplan del 2011 prevede un milione e trecentomila metri cubi di cemento per un aumento di popolazione di quasi 15.000 unità. Il sogno dei palazzinari locali e di Parnasi di raddoppiare il numero di abitanti di S.Maria delle Mole e Frattocchie, con gravi ripercussioni su acqua, trasporti, servizi, mobilità deve assolutamente essere fermato, ne va di ciò che resta della vivibilità di un territorio se
mpre più compromesso dagli accordi tra imprenditori immobiliari e politici nostrani.
Invece di attendere la tornata elettorale e seguire le soap-opera che i partituncoli danno in pasto all’opinione pubblica ormai quotidianamente, crediamo sia necessario impegnarsi in prima persona nella lotta alla devastazione, a prescindere da scadenze dettate da altri, indicando chiaramente le responsabilità politiche negli accordi PD-PDL intercorsi negli ultimi anni e gli interessi degli imprenditori privati che vogliono mettere a profitto il territorio in cui viviamo a scapito di un’intera popolazione.
Rinnoviamo l’invito alla partecipazione, singola e collettiva.
Hanno già aderito “Argine Divino Amore” e “Legambiente
Appia Sud – Il Riccio”
17 marzo 2016
Assemblea contro la Cementificazione — stopcemento@inventati.org — http://stopcemento.noblogs.org

locandina_assemblea22marzo

Mar 112016
 
aereo

Aeroporto di Ciampino: il piano di riduzione del rumore di AdR è una presa in giro. I cittadini del Comitato Aeroporto Ciampino (CRIAAC) sono stati ricevuti negli scorsi giorni sia dall’amministrazione di Ciampino sia da quella di Roma, rispettivamente dal sindaco Terzulli e dal sub-commissario Gen.le de Milato, sul tema del piano di abbattimento del rumore presentato da AdR.

Assente all’appello solo il comune di Marino, guidato dal Commissario prefettizio Caporale che, al momento, non ha mostrato interesse a ricevere la delegazione dei cittadini su questo tema del piano del rumore.

Nei colloqui avuti a Ciampino e Roma” ha dichiarato il Comitato “abbiamo potuto presentare la nostra precisa posizione sul piano AdR di riduzione del rumore. Per noi cittadini il piano com’è fatto oggi è una presa in giro e va respinto dai comuni di Ciampino, Roma e Marino. Immaginare una riduzione dei voli nel 2021, quando saranno ipoteticamente presenti degli aerei oggi solo in progettazione significa continuare a non tener conto delle norme nazionali, come da oltre 10 anni fa AdR con l’acquiescenza di ENAC. Il Piano di riduzione si deve basare sui dati oggi esistenti di traffico e sui velivoli davvero utilizzati. Non si può accettare un piano basato su un aereo allo stadio sperimentale che la Boeing non ha ancora neanche messo in produzione.  Il Piano deve contenere regole riferite all’aeroporto e non al tipo e marca di aerei che in futuro, forse, avrà una singola compagnia aerea, come farebbe quello attualmente proposto da AdR. Solo attraverso le simulazioni di ARPA Lazio in un contesto ‘reale’, riferito a qualsiasi compagnia voglia utilizzare l’aeroporto, si può  valutare seriamente la riduzione dei movimenti. Inoltre, il rientro nelle norme deve essere immediato e non tra cinque anni”.

www.comitatoaeroportociampino.it 

twitter: Comitato Ciampino@CiampinoCRIAAC

facebook: Comitato aeroporto di Ciampino

info@comitatoaeroportociampino.it

 

Mar 072016
 

 

Con il primo incontro previsto per l’11 marzo prossimo sul tema “Il volontariato per la giustizia” l’associazione  VOL.A.RE. – Volontari Assistenza Reclusi avvia un percorso formativo che si compone di 6 incontri, tutti di venerdì, dalle ore 18.00 alle ore 19.30 presso i locali della parrocchia San Giovanni Battista, Largo Conti n.4 Velletri.

L’itinerario di conoscenza e formazione sul mondo del volontariato per la giustizia in Italia si pone l’obiettivo di creare una maggiore sensibilità sul tema della giustizia e delle realtà carcerarie. L’invito alla partecipazione è rivolto a tutti coloro che siano interessati a comprendere questa realtà complessa.

 

Per ulteriori informazioni scrivere a asso.volare@virgilio.it o telefonare ai numeri  347 8267953, oppure 349 8388957.

Velletri

 

Mar 022016
 
colizzaCorrado

L’Associazione di volontari “gruppo di presenza – mons. G. Grassi” informa e invita: i comitati di quartiere, i residenti e le associazioni cui interessa il bene comune, alla terza edizione del convegno:
“la Protezione Civile ed il Piano di Emergenza Comunale”
che si terrà venerdì 4 marzo 2016 – ore 16:45 presso la sala Lepanto della casa comunale in piazza Lepanto n. 5 Marino. Questa edizione che riguarda i castelli romani:

  • fa perno sulla presentazione del Piano operativo di evacuazione per il disinnesco della bomba in località Cecchina;
  • è stata partecipata ai Sindaci, ai gruppi comunali ed alle associazioni di protezione ed agli Istituti comprensivi;
  • è stata richiesta la partecipazione di un rappresentante della “Agenzia Regionale di Protezione Civile”per quanto riguarda le linee guida ed il loro aggiornamento annuale.

Apertura dei lavori e la presentazione della terza edizione 15°;

Albano laziale – Capofila del C.O.I. 15° zona:
Il Piano di Emergenza Comunale – Ing. Ferdinando Farro (Drig. IV Settore);
Ruolo dei volontari nel disinnesco dell’ordigno bellico – Sig. Massimiliano Fiori, Presidente/coordinatore del G.C.P.C.;
Il Piano Operativo di Evacuazione – Sig.ra Angela Zampilloni, agente di polizia locale;
Attuazione del Piano di emergenza e coordinamento interforze – Dr. Giuseppe Nunziata, Comandante della Polizia Locale.
* Marino laziale – Capofila del C.O.I. 13° zona, sono invitati per: Struttura del Gruppo Comunale di ProtezioneCivile – Sig. Franco De Santis, responsabile del G.C.P.C.;
Il Piano di Emergenza Comunale Dr. Alfredo Bertini, dirigente Area 7 “Sicurezza urbana”.
* Agenzia Regionale di Protezione Civile: Lo sviluppo delle LL.GG. negli aggiornamenti annuali. Lavori coordinati dal portavoce dell’associazione.
www.associazionegruppodipresenza.sitiwebs.com gruppopresenzamgg@yahoo.it 3479026427

Mar 012016
 

Domenica 6 marzo, dalle ore 10 a via Nettunense vecchia 7, parte l’avventura dell’associazione culturale “Concretamente” di Frattocchie (Marino). Le “magnifiche 7” firmatarie dell’atto costitutivo vogliono dare spazio al talento e alla creatività, soprattutto femminile, presente sul territorio. L’idea di partenza è che il benessere della persona richiede la cura equilibrata di tutte le sue potenzialità, pratiche, intellettive e spirituali. Perciò una parte del piccolo locale è stata allestita per ospitare laboratori creativi di artigianato femminile, mentre la sala antistante verrà adibita ad incontri informativi, eventi culturali, sociali e ricreativi. La prima attività, riservata ai soci, sarà l’8 marzo per la Festa della Donna: l’attrice Adonella Monaco leggerà brani tratti dal libro “Donne che corrono coi lupi” di Clarissa Pinkola Estès.

foto interno

 

Feb 292016
 
Con due approfondimenti su tematiche distinte, Marino Aperta Onlus contina il suo progetto con i ragazzi delle scuole della pianura di Marino nel progetto Comitato Quartire Giovani. Questo progetto è stato avviato da circa 15 anni nelle diverse scole di Marino e coinvolge ogni anno oltre 100 ragazzi. Il 26 febbraio scorso il primo incontro si è svolto presso la scuola elementare Repubblica con un intervento di un esperto di CyberSecurity dedicato a circa 50 bambini delle classi quinte della scuola elementare. Molto interesse dei ragazzi sul tema della sicurezza della rete, alla presenza, anch’essa interessata, dei docenti e del presidente di Marino Aperta Onlus, ing. Tonino Dibello. Nella stessa giornata secondo incontro presso l’Istituto Comprensivo Levi di Frattocchie con venticinque ragazzi del CQG della scuola media sul tema ‘L’Agricoltura e il nostro futuro’. L’intervento, condotto dal prof. Brancato che ha insegnato per molti anni agronomia, ha delineato la situazione odierna nazionale nel settore agricolo, evidenziando anche le nuova opportunità di lavoro che si aprono per i giovani agronomi e agricoltori. Prossimo appuntamento a marzo sul tema della raccolta differenziata.
Cyber16-CQG
Feb 262016
 
PalozziManifestiVell

Da circa 10 anni la nostra associazione combatte una battaglia di civiltà contro la vergognosa affissione selvaggia di manifesti abusivi che, con ricorrenza puntale legata alle elezioni, compaiono sul nostro territorio.

Le denunce, puntuali, hanno costellato le campagne elettorali del 2006, del 2011 e del 2014 (questa è relativa al 2014 http://www.marinoapertaonlus.it/marino-aperta-continua-la-sua-compagna-chiappa-e-trabalza-basta-con-i-vostri-manifesti-abusivi/)  con tanto di pubblicazione dei manifesti ‘incriminati’.

Da sempre, tra i più riottosi ad accettare le regole di buona creanza c’è il sig. Palozzi, ex sindaco di Marino per 7 anni, ora consigliere regionale.

Nell’ultimo periodo, anche alla luce delle proteste dei cittadini, il problema dei manifesti selvaggi sembrava superato ma,  ahinoi, ci tocca segnalare un nuovo abuso avvenuto il 24 febbraio scorso. L’abusivo di turno è sempre … il sig. Adriano Palozzi, come mostra la foto.

Stavolta, sarà forse perchè c’è un Commissario prefettizio e no lui stesso o un suo sodale, l’azione di contrasto della Multiservizi è stata fulminea, con l’apposizione della banda disonorante ‘Manifesto Abusivo’. Servirà la lezione per le orecchie sorde del nostro ex Sindaco? Chissà …

ManiAbusPalozzi