Ago 232016
 
padre

Un sostegno economico per i più poveri pensato dal Governo Renzi.  Si parte con pochi fondi, ma si parte e si mette al centro la famiglia. 

Da qualche anno l’agenda politica anche nazionale ha visto maturare proposte e dibattiti su quello che comunemente viene indicato come Sostegno per i più disagiati, per le persone in difficoltà, o, da altri ribattezzato come Reddito di cittadinanza. Dal prossimo 2 settembre anche a Marino le famiglie in difficoltà potranno chiedere il Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA), la nuova misura di contrasto alla povertà Continue reading »

Giu 062016
 
MarinoTorreStorica
Ecco i voti che hanno caratterizzato il primo turno del 5 giugno 2016 a Marino. Si va al ballottaggio.
Carlo colizza con il 32,23% dei consensi va alla votazione del 19 giugno con Eleonora Di Giulio che con il 29,75% dei voti stacca di circa 700 voti Stefano Cecchi candidato del centrodestra.
Buon risultato della destra con Sabrina Minucci (8,8%) e 2,45% per Santarelli.
Ora si apre la fase degli apparentamenti, solo per il centrosinsitra. Il M5S, come stabilito nelle sue norme, correrà da solo anche al ballottaggio.
CANDIDATI Voti % PARTITI Voti %
Carlo Colizza 6.840 32,23 Movimento 5 Stelle.It 5.859 29,15
Eleonora Di Giulio 6.314 29,75
  1. Partito Democratico
  2. Lista Civica – Eleonora di Giulio Sindaco
  3. Lista Civica – Marino Futura
  4. Lista Civica – Noi per Marino
  5. Centrosinistra (Lista Civica) – Unione Centro Sinistra
  6. Partito Comunista d’Italia
  7. Italia dei Valori
  1. 2.138
  2. 2.035
  3. 769
  4. 476
  5. 450
  6. 309
  7. 220
  1. 10,63
  2. 10,12
  3. 3,82
  4. 2,36
  5. 2,23
  6. 1,53
  7. 1,09
Stefano Cecchi 5.676 26,74
  1. Lista Civica – Cecchi Sindaco
  2. Lista Civica – Movimento Civiltà Democratica
  3. Forza Italia
  4. Lista Civica – Cuoritaliani
  5. Lista Civica – Idee Nuove
  6. Lista Civica – Movimento 2.0
  7. Lista Civica – Costruiamo il Decentramento
  8. Lista Civica – Marino Sociale
  1. 1.431
  2. 1.236
  3. 859
  4. 631
  5. 601
  6. 476
  7. 285
  8. 186
  1. 7,12
  2. 6,15
  3. 4,27
  4. 3,13
  5. 2,99
  6. 2,36
  7. 1,41
  8. 0,92
Maria Sabrina Minucci 1.869 8,80
  1. Lista Civica – Laboratorio Rinascita
  2. Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale
  3. Noi con Salvini
  1. 608
  2. 554
  3. 530
  1. 3,02
  2. 2,75
  3. 2,63
Giulio Santarelli 521 2,45 Partito socialista italiano (Psi) 444 2,20
Apr 202016
 
palazzoColonnaPorta

 

Feb 262016
 
PalozziManifestiVell

Da circa 10 anni la nostra associazione combatte una battaglia di civiltà contro la vergognosa affissione selvaggia di manifesti abusivi che, con ricorrenza puntale legata alle elezioni, compaiono sul nostro territorio.

Le denunce, puntuali, hanno costellato le campagne elettorali del 2006, del 2011 e del 2014 (questa è relativa al 2014 http://www.marinoapertaonlus.it/marino-aperta-continua-la-sua-compagna-chiappa-e-trabalza-basta-con-i-vostri-manifesti-abusivi/)  con tanto di pubblicazione dei manifesti ‘incriminati’.

Da sempre, tra i più riottosi ad accettare le regole di buona creanza c’è il sig. Palozzi, ex sindaco di Marino per 7 anni, ora consigliere regionale.

Nell’ultimo periodo, anche alla luce delle proteste dei cittadini, il problema dei manifesti selvaggi sembrava superato ma,  ahinoi, ci tocca segnalare un nuovo abuso avvenuto il 24 febbraio scorso. L’abusivo di turno è sempre … il sig. Adriano Palozzi, come mostra la foto.

Stavolta, sarà forse perchè c’è un Commissario prefettizio e no lui stesso o un suo sodale, l’azione di contrasto della Multiservizi è stata fulminea, con l’apposizione della banda disonorante ‘Manifesto Abusivo’. Servirà la lezione per le orecchie sorde del nostro ex Sindaco? Chissà …

ManiAbusPalozzi

 

 

Nov 042015
 
SMM
Il giudice del tribunale di Roma, Valerio De Gioia, ha depositato ieri la sentenza di assoluzione di Alessandro Coloni. L’ex Consigliere provinciale è stato assolto perché il fatto non sussiste.
Era il 2008 quando, così come altri Consiglieri Provinciali, Coloni era stato accusato di truffa aggravata per i rimborsi ricevuti per i permessi di incarico pubblico.
Alessandro Coloni, difeso dagli Avvocati Alessandro Cassiani e Avv. Irma Conti è stato assolto con formula piena perché il fatto non sussiste dall’accusa di truffa aggravata in danno della Provincia di Roma.
E’ stata esclusa anche qualsiasi responsabilità in capo alla Aterno Service Srl, assistita dall’Avv. Valeria Raimondo, società incolpata ai sensi del D.vo 231/2001 che prevede la responsabilità da reato delle persone giuridiche.
L’istruttoria dibattimentale non ha fornito alcun riscontro all’accusa scaturita in seguito all’indagine avviata sulla base delle notizie diffuse dalla stampa e che aveva ipotizzato la fittizietà del rapporto di lavoro di Alessandro Coloni con la Aterno Service nel periodo in cui lo stesso era Consigliere Provinciale.
I difensori hanno dimostrato, ed il giudice ne ha preso atto, della reale sussistenza del rapporto di lavoro e quindi l’infondatezza dell’accusa sia nei confronti di Coloni che della società.
È giunta a conclusione con l’assoluzione, dopo oltre 7 anni, una vicenda che aveva destato scalpore a livello nazionale e che ha prodotto sicuramente danni, e non solo morali, a chi oggi è stato dimostrato essere stato accusato ingiustamente.
“Ringrazio il Giudice Valerio De Gioia – dichiara Alessandro Coloni – e i miei avvocati Alessandro Cassiani e Irma Conti e quanti in questi lunghissimi anni hanno creduto in me. Non voglio fare vittimismo, ma non posso non ricordare quelli che invece hanno strumentalizzato e usato fuori da ogni regola morale questa vicenda colpendo non solo me, ma anche i miei familiari.”

 

Ott 072015
 
cAPORALE-COM

Con un avviso pubblico emesso il 6 ottobre a firma del dirigente S. Pizzato, il Commissario prefettizio di Marino, Enza Caporale, ha dato mandato di revocare il bando per 7 tirocini emesso a firma del dirigente L. Iaurissi (http://www.marinoapertaonlus.it/tirocini-formativi-a-marino-presentazione-delle-domande-entro-il-29-agosto-2015-per-sette-posti/).

Il bando del 17 luglio 2015 prevedeva la selezione di 7 tirocinanti per assegnare un periodo formativo di sei mesi con corresponsione di 600 euro mensili a fronte dello svolgimento di 30 ore settimanali.

L’avviso pubblico di revoca specifica che ” Vista la determinazione n° 57 del 6 ottobre 2015 con la quale è stata disposta la revoca (del bando di tirocinio ndr) in quanto il suddetto atto è stato adottato in assenza di atto di indirizzo della Giunta comunale si comunica a tutti gli interessati che l’avviso pubblico per lo svolgimento di n° 7 tirocini formativi presso il Comune di Marino è stato revocato con determina 57/2015.”

Una nuova situazione a dir poco ‘incredibile’ imputabile al dirigente Ludovica Iarussi che già con l’arrivo del Commissario era stata ‘dimezzata’  nelle sue competenze. Basta ricordare  che nell’era Palozzi/Silvagni queste competenze erano praticamente sterminate, con un controllo pressocchè totale degli appalti, del personale e delle azioni giuridiche.

La forte riduzione delle competenze della Iarussi era stata giustificata dal Commissario Caporale dall’applicazione del principio della rotazione per le norme anticorruzione previste dal Piano Nazionale Anticorruzione voluto dal governo Monti.

Set 302015
 
SONY DSC

Stamane, con la notizia apparsa sul web, sì è appreso di un primo risultato di condanna penale relativo all’indagine Burger King in cui è risultato coinvolto e, ora, condannato nel processo a rito immediato l’ex sindaco di Marino Fabio Silvagni. Si chiude in questo modo una prima parte dell’inchiesta che ha portato prima agli arresti domiciliari, poi alla detenzione in carcere di Silvagni. Stando alle prime notizie la condanna dovrebbe essere per i reati di corruzione e peculato, ma aspettiamo di conoscere i dettagli del dispositivo e delle motivazioni della sentenza.

Per Silvagni è stata anche sancita la condanna al pagamento delle spese processuali con pene accessorie da determinare. Il Tribunale ha concesso la sospensione condizionale della pena, anche in considerazione dei diversi mesi trascorsi da aprile a settembre agli arresti domiciliari e in carcere, con pena  già quindi parzialmente scontata.

Si chiude così una indagine, almeno per quanto noto finora, che ha visto impegnati i Carabinieri di Castel Gandolfo e i giudici di Velletri negli ultimi 18 mesi.

Per il centro destra di Marino la situazione è davvero turbolenta: con Palozzi indagato negli scorsi giorni per le indagini sul malaffare in Cotral (vedi http://roma.corriere.it/notizie/cronaca/15_settembre_19/cotral-l-ex-capo-personale-2000660e-5ef8-11e5-8999-34d551e70893.shtml e l’ex sindaco Silvagni condannato, ci si avvia verso una nuova campagna elettorale che si preannuncia tesa ed incerta.

Set 192015
 
cAPORALE-COM

E’ arrivata a Palazzo Colonna nella tarda mattinata di venerdì la comunicazione della Prefettura di Roma relativa alla nomina a Commissario Prefettizio del Comune di Marino della dott.ssa Enza Caporale, Viceprefetto.

            Il Decreto firmato dal Prefetto Gabrielli è datato 18 settembre 2015 e nomina la dott.ssa Caporale quale Commissario Prefettizio per la provvisoria amministrazione dell’Ente con il conferimento dei poteri spettanti al Consiglio Comunale, alla Giunta e al Sindaco.

            Il medesimo documento decreta altresì che il Consiglio Comunale, nelle more dell’approvazione del Decreto Presidenziale di scioglimento, è sospeso.

            Il provvedimento si è reso necessario, si legge testualmente nel decreto, per “assicurare all’Ente l’efficienza e la continuità di tutte le funzioni proprie ed attribuite, nonché la tempestività nell’assumere tutti i provvedimenti necessari a consentire la prosecuzione dell’attività nei confronti della collettività”.

            Il Commissario Prefettizio si è formalmente insediato nella giornata di sabato 19 settembre 2015. Buon Lavoro al nuovo Commissario dalla associazione Marino Aperta Onlus.

 

 

Set 172015
 
SONY DSC

Quest’oggi i 14 consiglieri di maggioranza (all’appello mancherebbe solo il cons. Cicchetti) hanno presentato formalmente le proprie dimissioni. In questo modo finisce l’esperienza politica dell’amministrazione di centrodestra a guida Fabio Silvagni, successore di Palozzi, che ha visto tra i principali interpreti di questo periodo politico il  Vice Sindaco De Santis, il Presidente del Consiglio Minotti, l’Assessore Bartoloni e i cons. Cecchi,  Pisani, Marchetti e Cherri. Da domani sarà un Commissario Prefettizio indicato dal Ministero dell’Interno a gestire il Comune, concentrando in sè i poteri del Consiglio e della Giunta comunale. Poi si andrà a nuove elezioni, con molta probabilità a maggio 2016.

Set 112015
 
Silvagni2
 Stamane si è appreso da fonti accreditate che Fabio Silvagni, sindaco sospeso di Marino e in carcere a Rebibbia, si è dimesso dal suo incarico di sindaco. Con le  dimissioni del sindaco di Marino decadono in contemporanea tutti i consiglieri comunali eletti poco più di un anno fa.
La dimissione di Silvagni apre un nuovo ciclo per il comune di Marino che prevede l’arrivo di un Commissario prefettizio fino alle nuove elezioni comunali, presumibilmente da tenere nella primavera 2016.
Intanto, procedono le indagini che hanno condotto al suo arresto ad aprile 2015, con voci insistenti di coinvolgimento di numerosi esponenti politici marinesi di spicco.