Feb 012019
 
IMG_20190131_094004
Con un incontro di circa 90 minuti, i ragazzi del Comitato Quartiere Giovani dell’IC Levi di Frattocchie, all’interno del progetto coordinato da Marino Aperta Onlus, hanno incontrato gli esperti dell’AVIS (Associazione Volontari Italiani del Sangie) di Marino.
Il gruppo dell’AVIS, guidato dal Presidente Paolo Giansanti, dal vicePresidente Maria Picconi e dalla biologa Ambra Chiarucci, ha incontrato i 40 ragazzi eletti nelle diverse classi dell’Istituto sul tema dei ‘Corretti stili di vita e la donazione del sangue‘. Alla presenza del prof. Dario Valle dell’IC Levi, i ragazzi hanno ascoltato le spiegazioni scientifiche della biologa e alla fine hanno posto delle domande e epresso riflessioni dopo essere stati sensibilizzati dai volontari AVIS sulla importanza della donazione del sangue, una volta diventati maggiorenni.
Ancora un incontro partecipato e di grande interesse per i ragazzi coinvolti nel Progetto Comitato Quartiere Giovani” ha dichiarato il Direttivo di Marino Aperta Onlus che coordina questa attività da oltre 15 anni nelle scuole di Marino. “La conoscenza di sani stili di vita è fondamentale per i ragazzi specie in età preadolescenziale e la possibilità di unire questa conoscenza con la sensibilizzazione dell’importanza delle donazioni di sangue per il bene di chi è malato costituisce un ulteriore elemento di qualità introdotto negli approfondimenti del progetto. Ringraziamo il Presidente dell’AVIS Paolo Giansanti e i suoi collaboratori che saranno ancora protagonisti del prossimo incontro previsto all’IC S. Maria delle Mole sempre nel progetto Comitato Quartiere Giovani, il 20 febbraio 2019“.
IMG_20190131_094004
Ago 282016
 
AVIS31-8e3sept16

In un momento così delicato dopo il terremoto, l’atto vandalico è azione ancor più vile e deprecabile.

Il Coordinamento delle Associazioni e Fondazioni della Città di Marino – ViviMarino esprime solidarietà e vicinanza all’Avis Marino per l’ennesimo vile atto vandalico subito in questi giorni presso la sua sede di Marino a via Nenni 6, ultimo di una lunga serie di atti vandalici, che mira ad ostacolare ed irretire l’azione nobile dei volontari del sangue. L’Avis Marino ha una storia lunga e gloriosa di presenza ed attività sul territorio e non solo svolge in modo ineccepibile le proprie attività grazie ai volontari, ma si rende disponibile alla collaborazione e all’interazione con altre realtà sociali e culturali del territorio, non a caso è tra i fondatori del Coordinamento.

Chi crede nella condivisione, nella collaborazione e nel mutuo supporto non può accettare azioni vigliacche e basse come quelle a cui è soggetta la sede dell’Avis da mesi.
Manifesti strappati, serrature bloccate con la colla e ora anche l’asportazione e sparizione della targa della sede, che non serviva solo ad indicare la presenza dell’Avis nei locali di Via Pietro Nenni, 6, ma anche ad indicare gli orari per donare il sangue.
In un momento di emergenza come questo, in cui l’Avis ha già messo i suoi volontari a disposizione per tre raccolte straordinarie del sangue per il terremoto nei prossimi giorni, sopperendo alla chiusura dei Centri Trasfusionali dell’Ospedale di Marino, questi atti appaiono ancora più deprecabili e vigliacchi.
Auspichiamo che anche cittadini e Amministrazione dimostrino la loro vicinanza a questa fondamentale realtà dell’associazionismo marinese e che chi sa e ha visto quello che sta succedendo ormai da mesi si adoperi per porre fine a questa sequela di atti vandalici totalmente dissonanti con lo spirito altruistico che i marinesi stanno dimostrando anche in questi giorni difficili.
Le Associazioni e Fondazioni del Coordinamento: 
Accademia Castrimeniense
Accademia Internazionale Città di Roma
Acuta
Archeoclub Colli Albani
Arcobaleno Rotante
Arte e Costumi Marinesi
Avis Marino
Fondazione San Michele Arcangelo Onlus
Gruppo Scout Marino I ASCAR
Il Bene Comune della Terra – Greenmind
Insieme contro i pregiudizi
L’Un per l’altro
La Rua
Punto a Capo Onlus
Senza Frontiere Onlus
Lo Storico Cantiere
Gruppo di Presenza ‘Monsignor Grassi’
Comitato di Quartiere BORGO GARIBALDI
ARVAS GOL 49 Ospedale di Marino
Associazione Culturale Roma Arte e Spettacolo
Marino Aperta Onlus
Associazione Culturale Per L’Europa dei Comuni
Slow Food Marino e Castel Gandolfo
Associazione Amici della Danza
Monolite
La Goccia Magica
Comitato di Quartiere Cave di Peperino
U Torcitu
Associazione Jacopa de’ Sette Soli
Comitato Madonna de U Sassu
La Terzina

 

 

Ago 262016
 
generi

CRI Colli Albani e AVIS Marino organizzano delle raccolte straordinarie di sangue sul nostro territorio.

La grande generosità dei Marinesi, come da altre parti d’Italia, ha per ora reso inutili altre donazioni di beni materiali per i terromotati dopo i primi due giorni di raccolta. Lo conferma da noi ufficialmente anche il Comune di Marino con una nota apparsa oggi sul sito istituzionale e su facebook  http://www.comune.marino.rm.gov.it/17258 , Continue reading »

Apr 182016
 

Con il comunicato allegato di seguito la CRI dei Colli Albani ha diramato le date del mese di maggio per la raccolta di sangue a Marino. Si può donare tutti i lunedì, martedì, mercoledì e giovedi presso l’Ospedale di Marino dalle ore 7,30 alle 10,30. Presentarsi a digiuno (ammesso solo caffè, succo di frutta o tè prima della donazione) e con un documento valido.

CRI-5-16

Mar 172016
 
CRI-DonazioniSangue

Il Comitato dei Colli Albani della Croce Rossa Italiana pone all’attenzione dell’opinione pubblica quale sia la propria situazione, all’indomani delle elezioni tenute lo scorso 28 Febbraio 2016. In questa intervista, il neo eletto Presidente Bruno Pietrosanti fornisce una ampia panoramica di quanto è accaduto, ma soprattutto rivela gli obiettivi del rinnovato Consiglio Direttivo, composto, oltreché dallo stesso Pietrosanti, dai Consiglieri Fiorella Chieruzzi, Hilary Atkins, Michele Monti, Angelo Pazienza. Dopo un periodo di commissariamento il Comitato ha rinnovato i propri quadri dirigenziali, ed è tornato a svolgere pienamente la propria attività, con l’energia e lo spirito di servizio che da sempre lo contraddistinguono.

Presidente Pietrosanti, cosa rappresenta per il Comitato CRI dei Colli Albani l’elezione del nuovo Consiglio Direttivo?  

“Un sostanziale, decisivo passo in avanti, che ci consente di affrontare da subito sfide nuove e di impegno sempre crescente. Ma mi sia permesso in questa sede, anche a nome del Consiglio, di salutare e ringraziare il Commissario uscente Giovanni Kheiraoui, che ci ha ‘traghettato’ nel migliore dei modi fino alle elezioni che hanno portato al rinnovo del Consiglio”.

Ha accennato a sfide immediate, nuove e impegnative. Cosa riguardano, le è possibile fare delle anticipazioni?

“Le esigenze della società odierna cambiano a ritmi vertiginosi, lo constatiamo ogni giorno. Per essere al passo coi tempi, la prima voce del nostro programma non può non riguardare la formazione dei volontari. Il nostro impegno va anzitutto nel senso di fornire a chi vuole essere partecipe delle nostre attività e delle nostre iniziative le giuste basi per farlo”.

Presidente, prima di parlare di ulteriori, nuove iniziative, ritiene di poter confermare quanto è avvenuto in passato circa la presenza della Croce Rossa, ad esempio, nei Centri Sociali per anziani?

“Posso confermare che proseguiremo le attività nei Centri Anziani di Marino, Santa Maria delle Mole, Frattocchie e Rocca di Papa, ed abbiamo avviato contatti con Albano Laziale, Pavona e Castel Gandolfo. Siamo presenti e attivi con gli anziani della RSA Villa Nina di Frattocchie e presso la Casa Famiglia di Castel Gandolfo, ed abbiamo firmato una convenzione con la ASL/RM-H, per svolgere attività di assistenza al Pronto Soccorso di Albano Laziale”.

Conferma anche la presenza al Centro Trasfusionale ‘San Giuseppe’ di Marino?

“Si, ma non solo. Siamo orgogliosi di poter annunciare che verranno attivate nuove iniziative, e che la nostra presenza al ‘San Giuseppe’ sarà arricchita dall’apertura del mercoledì. Ci corre l’obbligo di ringraziare la Presidenza della ASL per la fiducia che ci accorda, da due siamo passati a quattro giornate di raccolta sangue, con la contemporanea attivazione di un day hospital”.

In apertura di articolo abbiamo parlato, in maniera generica, di obiettivi da raggiungere…

“Tra le nuove sfide che ci aspettano, uno degli obiettivi primari che ci siamo posti è di attivare presso il CTO di Marino, in tempi relativamente brevi, l’aferesi e l’aferesi piastrinica, alzando in questo modo i livelli di qualità nella donazione del sangue. Il raggiungimento di questo obiettivo ci consentirebbe di far avvicinare un numero di persone ancora superiore alle donazioni, e nel contempo di accrescere la prevenzione. Un servizio simile attualmente non viene svolto da nessun Centro Trasfusionale della ASL/RM-H. Si tratta certamente di un grosso impegno, ma questo non ci spaventa, ci stimola”.

Ci può fare un elenco, sia pure parziale, delle attività che svolge il Comitato della Croce Rossa dei Colli Albani, in maniera da dare ai nostri lettori una informazione esauriente riguardo alla vostra opera?

“Con piacere. Possiamo iniziare ricordando che il Comitato di Colli Albani dal 1dicembre ha firmato una convenzione con l’ARES-LAZIO per istituire una postazione di 118 nel Comune di Marino. Diamo assistenza a manifestazioni pubbliche e private, e a proposito di manifestazioni abbiamo in animo di organizzarne per diffondere le nostre iniziative. Siamo a disposizione per attività nelle scuole e in enti pubblici, o per corsi rivolti alla popolazione.

Riprenderemo le raccolte di sangue esterne, stipulando apposite convenzioni, così come prevede la nuova normativa emanata dalla Regione Lazio. Voglio ricordare che gli iscritti come donatori di sangue della Croce Rossa, hanno uno sconto del 30% sui servizi che eventualmente dovessero richiedere per se stessi o per loro famigliari, servizi quali il trasporto infermi per visite specialistiche, dimissioni dagli ospedali e così via”.

Presidente Pietrosanti, come possiamo terminare questa presentazione dell’attività della Croce Rossa dei Colli Albani?

Credo che il modo migliore sia prendere a prestito il fortunato slogan di un nostro manifesto, che recita ‘La Croce Rossa c’è’. E che ci siamo, e siamo attivi, è attestato dalla preziosa attività di volontariato che offriamo quotidianamente alla nostra comunità, che auspichiamo che possa essere ulteriormente incrementata con il concorso di un numero sempre maggiore di persone”.

 

 

* Che cos’è l’aferesi piastrinica – L’aferesi di cui ha parlato il Presidente della CRI dei Colli Albani nel corso dell’intervista, è una moderna procedura che mediante l’utilizzo di una apposita macchina consente di ottenere dal donatore una specifica componente del sangue. La macchina estrae il sangue da una vena dell’avambraccio, come nella donazione tradizionale, lo immette in un circuito sterile e con un processo di centrifugazione e filtrazione lo separa, consentendo la raccolta di plasma e piastrine. I globuli rossi, che contengono il ferro e l’emoglobina, vengono restituiti al donatore. Oltre ad essere una donazione indubbiamente più moderna, questa tecnica è utile in quanto consente di ottenere da un singolo donatore una buona quantità di un singolo emocomponente. In ogni trattamento è infatti possibile estrarre il solo plasma (plasmaferesi) le sole piastrine (piastrinoaferesi) o entrambi gli emocomponenti (aferesi multicomponent). Queste tre tipologie di aferesi sono definite aferesi produttive, in quanto mirano a produrre specifiche componenti ematiche.

 

                                                                                Ufficio Stampa Comitato CRI dei Colli Albani

Set 072015
 

A settembre oltre alle raccolte ordinarie, si affianca una raccolta straordinaria il domenica 13 presso l’ospedale di Marino.

 Con un fitto calendario di giorni proposti a settembre per la raccolta ordinaria del sangue, la CRI invita i donatori anche per domenica 13 settembre dalle ore 8 alle ore 11 per donare presso l’ospedale di Marino.

Per informazioni contattare Angelo Pazienza, all’indirizzo piiamap@gmail.com .

DonazioneSangue