Set 082020
 
IMG-20200906-WA0045

Una importante manifestazione proposta, nel programma di visite guidate ed eventi gratuiti per l’ESTATE 2020 della Regione Lazio, dal  Parco Regionale dell’Appia Antica, sta vedendo protagoniste tre associazioni di Marino: il Circolo Legambiente Appia Sud il Riccio,  il Giardino Incantato e Marino Aperta Onlus .

Le tre associazioni hanno proposto con successo il 5 e 6 settembre i primi due eventi e si preparano per il terzo ed ultimo evento di domenica 13 settembredalle ore 10.00 alle 12.00. La partecipazione agli eventi è gratuita, nel programma denominato “A spasso nel tempo andata e ritorno”.  Lo spazio e l’attenzione è dedicata a bambini da 6 a 13 anni. Un vero e proprio laboratorio orientato alla sensibilizzazione, alla conoscenza e al patrimonio storico-archeologico dell’Appia Antica con un approccio ludico-didattico, che si svolge presso la Cartiera Latina in Via Appia Antica 42, Roma (parcheggio via Appia Antica, 50).

Abbiamo chiesto ad Armida Marcioni, Vice Presidente di Marino Aperta Onlus che insieme a Ombretta Rosi del Giardino Incantato ha coordinato i laboratori per i piccoli, di descriverci cosa accade in questi eventi con i bambini.

Un legnetto, qualche foglia colta qua e là, un pezzetto di spago e il pennello è fatto … curcuma, paprika, cannella, terra e un po’ di acqua e i colori sono pronti e ora … Pittura Rupestre” esordisce Armida Marcioni. “I ragazzi sono impazziti nei primi due eventi tra gli odori e i colori delle misture, hanno disegnato con il carboncino e poi colorato con le spezie dando sfogo alla loro fantasia e creatività, in un luogo magico come la Cartiera Latina immersa nel verde e nel silenzio della natura e poi ancora legumi e cereali – lenticchie fagioli farro riso ceci piselli – per realizzare un mosaico, forma d’arte tipicamente romana. Questo è quello che abbiamo fatto con i due gruppi di sabato 5 e domenica 6 settembre insieme a bambini carichi di energia e creatività e domenica 13 settembre ci rivedremo per l’ultimo laboratorio “Arte Orafa”… ci divertiremo a creare monili utilizzando fogli di rame. Con la tecnica dello sbalzo realizzeremo monili con motivi floreali o geometrici, sempre disegnati dai nostri bambini e, perché no, anche da noi adulti che ogni tanto amiamo tornare bambini“.

Lug 042020
 
IMG-20200704-WA0059

Circa 150 persone, distanziate e con mascherina, hanno partecipato il 4 luglio scorso alla inaugurazione del nuovo Centro Anziani realizzato all’interno del Parco della Pace di Cava dei Selci. Ancora una volta ad allietare i presenti per gli aspetti culturali del canto e della recitazione, presenti i volontari di Marino Aperta Onlus con una rappresentanza del Coro del Fiore Blu e del Laboratorio Teatrale dell’associazione.

Alla presenza delle autorità, l’intera Giunta comunale guidata dal sindaco Colizza, il Presidente del Consiglio Comunale Narcisi, molti consiglieri di maggioranza e i consiglieri di opposizione del centrosinistra, in tanti hanno presenziato tra bambini sorridenti, molte famiglie e tanti anziani, l’evento atteso dalla comunità locale.

Armida Marcioni e Silvia Umana recitano Trilussa

Hanno aperto la manifestazione i coristi del Coro del Fiore Blu dell’associazione Marino Aperta Onlus con una rappresentanza – circa 20 persone – dell’intero coro composto ordinariamente da oltre 70 elementi. Poi la Poesia con Trilussa interpretata dalle bravissime attrici Armida Marcioni e Silvia Umana, sempre di Marino Aperta Onlus. A seguire gli interventi soddisfatti delle autorità locali, in ordine il Sindaco Colizza, l’Assessore alle politiche Sociali Cerro e l’Assessore ai Lavori Pubblici Tammaro. Infine, la benedizione al centro e ai molti presenti di don Pietro, responsabile della SubVicaria di Marino e Abate Parroco di San Barnaba.

Infine, tra i bambini sorridenti delle famiglie presenti, il taglio del nastro e un semplice brindisi augurale. Da oggi riparte con una sede propria la vista del Centro Anziani, con le chiavi consegnate ad Alessandro Valentini, Presidente del Comitato di Quartiere di Cava dei Selci, che guiderà fino al rinnovo del Direttivo il Centro, con la possibilità per tutti coloro che hanno i requisiti di iscriversi e partecipare con entusiasmo e il sorriso alla vita sociale di questa comunità.

Inaugurazione Centro Anziani Parco della Pace

Giu 152020
 
PCFB-14-6-2020
Con un saluto organizzato il 14 giugno scorso presso Parco Sassone, nel pieno rispetto delle norme di sicurezza e all’interno del progetto Parchi Aperti promosso dal Comune di Marino, l’associazione Marino Aperta Onlus ha chiuso le sue attività prima della pausa estiva.
L’evento di inizio estate, imperniato tradizionalmente da 16 anni sulla musica, ha visto le performance canore del Piccolo Coro del Fiore Blu diretto dalla prof. Maria Giovanna Ruffini e una serie di saggi di chitarra dai bambini di 8 anni in su, fino agli adulti.
Rispettate pienamente le norme del distanziamento fisico tra i molti nuclei familiari presenti, la manifestazione è stata aperta, alla presenza di don Bruno Meneghini presidente onorario dell’associazione, dai bambini più piccoli che partecipano al Piccolo Coro. I bambini che vanno dai tre anni di età in su, per oltre 40 minuti hanno eseguito diversi brani preparati durante il lockdown per via telematica con collegamenti in video connessione effettuati tutti i sabati. Molto applauditi anche i piccoli e grandi chitarristi del gruppo dalle persone presenti nel Parco, molte delle quali hanno portato sedie e coperte da casa per poter comodamente assistere, distanziati nel verde, all’evento.
Un ringraziamento sentito va al Comitato di Quartiere Sassone” precisa Marco Carbonelli Presidente dell’associazione Marino Aperta Onlus “che ha cooperato con noi in queste settimane per la gestione del Parco e con cui intendiamo continuare a collaborare per proporre prossimamente dei laboratori all’aperto per bambini e famiglie. Come anche la nostra riconoscenza va alle famiglie che non hanno mai smesso di assicurare la presenza dei bambini alle lezioni di canto e di chitarra, lezioni che gratuitamente la nostra associazione propone da molti anni. Infine, un saluto particolare a don Bruno Meneghini per la sua presenza sobria, affettuosa, umile e paterna che ha riscosso ancora una volta il riconoscimento e l’apprezzamento di tutti i presenti“.
PCFB2-14-6-2020
Chitarra1-14-6-2020
PCFB-14-6-2020
Mag 182020
 
IMG-20191222-WA0051
MarinoApertaLogoCari amici, soci, simpatizzanti e lettori  del portale di Marino Aperta Onlus ricordo che anche quest’anno potete destinare il vostro 5 per mille a Marino Aperta Onlus. Basta indicare nella dichiarazione dei redditi il Cod. Fiscale di Marino Aperta Onlus
90055220587
nell’apposita sezione del 5 per mille.
Con i fondi ricevuti dello scorso anno, 2019, siamo riusciti a finanziare quasi completamente l’attività, tutti i giorni dal lunedì al sabato dalle 16,30 alle 19: confidiamo anche quest’anno nella vostra attenzione per la destinazione del 5 per mille.
Grazie a tutti in anticipo
Il Presidente
M. Carbonelli
5perMille2019
Mar 092020
 
PCFB5

Già da due settimane avevamo cominciato per prudenza a rallentare le attività musicali e corali e dal 4 marzo abbiamo sospeso anche le attività del Centro Aggregativo Giovanile (CAG) di Frattocchie e poco prima il Laboratorio teatrale nelle scuole Levi e Verdi.

Ma nonostante i tempi dell’epidemia da Corona Virus (COVID-19) ci obblighino – necessariamente e opportunamente – a restare distanti ed a evitare aggregazioni, non abbiamo sospeso completamente le attività.

Dal 7 marzo è stato riavviato sperimentalmente via internet il Piccolo Coro del Fiore Blu e il secondo anno del corso di chitarra. Da oggi 9 marzo, i responsabili del CAG hanno avvisato i genitori dei circa 25 ragazzi che seguiamo dell’avvio di una sperimentazione di attività sempre attraverso internet per continuare a seguire i casi più in difficoltà a scuola, approfittando di questo tempo di riposo forzato.

Socialità oggi potrebbe essere sinonimo di pericolo contagio, ma la tecnologia potente che abbiamo ci consente di mantenere con il contatto virtuale una socialità, più limitata certamente, ma comunque viva e utile per mantenere alti i cuori e la speranza di uscire presto da questo tunnel.

Noi facciamo la nostra parte, come ci è possibile, al massimo di quanto ci è possibile.

Un grazie a tutti i responsabili delle attività per il loro continuo impegno, ai molti volontari che ci aiutano, ai bambini, ai ragazzi e alle famiglie che ci seguono entusiasti e numerosi nelle nostre iniziative.

Il Presidente e il VicePresidente di Marino Aperta Onlus

Marco Carbonelli – Armida Marcioni

PCFB5

PCFB

Gen 202020
 
LNBSCyberbull1-20

Per il Ciclo di Seminari Territoriali “Costruiamo Comunità Connesse”  l’Associazione Prassi e Ricerca partner nel Progetto La Nostra Buona Stella organizza un incontro su:

BULLISMO E CYBERBULLISMO, MARTEDÌ 21 GENNAIO 2020 – DALLE 10 ALLE 13.30, AULA MAGNA LICEO ARTISTICO P. MERCURI – Corso Vittoria Colonna 53 – Marino

Interverranno:

Salvatore Montesano, Dirigente IIS Amari-Mercuri

Carlo Colizza, Sindaco del Comune di Marino

Barbara Cerro, Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Marino

Alfredo Bertini, Dirigente Sicurezza Urbana del Comune di Marino

Giacinto Froggio, Docente Università Salesiana

Roberto Antonelli, Comandante Polizia Locale del Comune di Ciampino

Elisa Becce, Docente Liceo Artistico P. Mercuri

Valentina Violo, Docente IIS Amari-Mercuri

Angela Casaregola, Presidente Associazione Arianna ONLUS

Antonella Panetta, Presidente Cooperativa Sociale ONLUS Prassi e Ricerca

Ass. Genitori, Insegnanti, Adolescenti, Servizi Sociali e la Rete del Terzo Settore.

 

L’attività è inserita nel più ampio progetto denominato “LA NOSTRA BUONA STELLA. Diritto alla crescita: costruiamo il nostro futuro”, progetto selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, che ha come obiettivo generale il contrasto alla dispersione scolastica e all’abbandono costruendo la comunità educante formata da enti pubblici e privati che prevenga e si prenda carico delle situazioni di disagio nel sistema educativo territoriale.

IL FENOMENO DEL CYBERBULLISMO: CHE COS’È

Per conoscere, cercare di comprendere ed affrontare questo fenomeno l’Associazione Prassi e Ricerca, partner nel Progetto “La Nostra Buona Stella”, all’interno del Ciclo di Seminari Territoriali “Costruiamo Comunità Connesse” ha organizzato un convegno di approfondimento per la mattinata di martedì 21 gennaio presso l’aula magna del Liceo Artistico P. Mercuri di Corso Vittoria Colonna 53 – Marino.

Tra i relatori il Sindaco del Comune di Marino, Carlo Colizza, l’Assessore alle Politiche Sociali Barbara Cerro, il Dirigente della Sicurezza Urbana Alfredo Bertini ed il Comandante della Polizia locale di Ciampino, Roberto Antonelli oltre al professor Giacinto Froggio, docente al Corso di Laurea in Scienze dell’Educazione dell’Università Salesiana, il dirigente dell’ IIS Amari Mercuri Salvatore Montesano e i docenti Valentina Violo ed Elisa Becce oltre all’Associazione Genitori, Insegnanti, Adolescenti, Servizi Sociali e la Rete del Terzo Settore.

 

Nel 2015 … il MIUR lancia un segnale forte contro bullismo e di cyberbullismo.

Pubblica, infatti le “Linee di Orientamento per azioni di prevenzione e di contrasto al bullismo e al cyberbullismo”, documento inviato a tutte le scuole italiane.

Nel documento si rimarca istituzionalmente la necessità di educare gli studenti a un uso corretto e consapevole della rete e delle comunità virtuali in cui si sviluppano e realizzano atti di cyberbullismo. Nel documento, inoltre, massima importanza viene posta agli interventi attuati dalle scuole, attraverso azioni rivolte agli studenti e alle loro famiglie ed a tutta la Comunità Educante.

Ma per affrontare e risolvere un fenomeno così problematico e complesso occorre conoscerne i contorni precisi e i numeri aggiornati, così da poter prendere delle decisioni non tanto sulla spinta dell’onda emotiva suscitata dai sempre più frequenti episodi di abusi quanto su una solida base di informazioni.

Secondo Telefono Azzurro nell’anno 2017in Italia c’è stato in media almeno un caso di bullismo al giorno. Le segnalazioni al 46% provengono dal Nord Italia, seguono il Sud e le Isole con il 31% e il Centro con il 23%.

Sempre Telefono Azzurro ha realizzato un dossier (“Spett-attori del web”) costruito su una ricerca effettuata insieme a Doxa Kids, sul comportamento di utilizzo di piattaforme e device tecnologici da parte dei 12-18enni.

Il 72% degli intervistati vede nella diffusione di foto intime e video a sfondo sessuale la propria maggiore paura. Uno su quattro teme di essere ricattato per la pubblicazione di questo genere di contenuti su un social network e più della metà degli adolescenti (59%) racconta di esperienze spiacevoli e negative durante una diretta streaming.

Fra gli psicologi è abbastanza consolidata l’idea che il cyberbullismo sia “una nuova forma di devianza giovanile, basata sull’utilizzo di internet o del cellulare come armi di violenza o di offesa tra i pari”, con caratteristiche proprie che lo differenziano dal bullismo tradizionale, tra le quali, in particolare, l’intenzionalità, la ripetitività e lo squilibrio di potere, oltre a – da ultimo – l’anonimato e la diffusione pubblica delle informazioni.

Secondo il nostro Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, “il cyberbullismo definisce un insieme di azioni aggressive e intenzionali, di una singola persona o di un gruppo, realizzate mediante strumenti elettronici (sms, mms, foto, video, email, chat rooms, istant messaging, siti web, telefonate), il cui obiettivo e quello di provocare danni ad un coetaneo incapace di difendersi”.

Anche il Parlamento, con la legge 29 maggio 2017, n. 71 cerca di definire il fenomeno come: “qualunque forma di pressione, aggressione, molestia, ricatto, ingiuria, denigrazione, diffamazione, furto d’identità, alterazione, acquisizione illecita, manipolazione, trattamento illecito di dati personali in danno di minorenni, realizzata per via telematica, nonché la diffusione di contenuti on line aventi ad oggetto anche uno o più componenti della famiglia del minore il cui scopo intenzionale e predominante sia quello di isolare un minore o un gruppo di minori ponendo in atto un serio abuso, un attacco dannoso, o la loro messa in ridicolo”.

Quindi con il termine cyberbullismo si indica una tipologia di bullismo perpetrato tramite le nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione e, più in generale, attraverso la rete Internet.

Rispetto al bullismo tradizionale, il cyberbullismo è caratterizzato da una serie di precondizioni specifiche dovute alla natura “virtuale” in cui si realizza.

Luoghi virtuali come chat, social network e messaggi costituiscono spazi in cui è possibile operare in totale anonimato ed in assenza di limiti spazio-temporali.

Mentre il bullismo “tradizionale” è sempre circoscritto all’interno di una o più aree fisiche, il cyberbullismo no; si realizza ogni volta che si collega al mezzo elettronico utilizzato dal cyberbullo. Il cyberbullismo, inoltre, deresponsabilizza il singolo dando Internet la possibilità di essere “un’altra persona”.

Centrale continua quindi ad essere l’attività di prevenzione con azioni di informazione e sensibilizzazione ma un ruolo determinante nella prevenzione del fenomeno è svolto dalle attività di formazione e di educazione ad un corretto uso della rete e alla sensibilizzazione sui rischi connessi alla navigazione in internet specificamente rivolte non solo ai ragazzi, ma anche ai loro genitori. E proprio per il ruolo centrale loro affidato dalla legge, importantissima rimane l’attività di formazione dei docenti.

Una seconda linea di azione viene individuata nella protezione delle vittime e, quindi, vengono ritenuti assai preziosi gli “sportelli” fisici e virtuali che consentono a queste di segnalare il proprio caso e, sostanzialmente, di “chiedere aiuto”.

 

Il progetto “LA NOSTRA BUONA STELLA. Diritto alla crescita: costruiamo il nostro futuro” si propone di realizzare un insieme di azioni coordinate tra istituzioni locali, scuole, terzo settore e associazionismo per costruire un modello integrato di welfare community sul territorio dei Castelli romani per costruire una proposta educativa integrata, con al centro l’istituzione scolastica, che, assistita ed integrata dalle energie e dalle professionalità dei soggetti coinvolti, possa arginare i fenomeni di dispersione legati alla condizione personale e/o famigliare degli studenti e offrire una reale opportunità di crescita a tutto il sistema educativo territoriale e ai suoi destinatari.

Partner del progetto sono:

l’Associazione Arianna Onlus capo progetto

  • Regione Lazio;
  • Comune di Albano Laziale;
  • Comune di Castel Gandolfo;
  • Comune di Marino;
  • CNR – Istituto di Ricerche sulla Popolazione e le Politiche Sociali;
  • Scuola Media Statale Umberto Nobile;
  • Istituto Comprensivo Antonio Gramsci;
  • Istituto Comprensivo Primo Levi;
  • Istituto Comprensivo Santa Maria delle Mole;
  • Istituto d’Istruzione Superiore “Via Romana 11/13”;
  • Impresa Sociale Borghi Artistici;
  • Centro di ricerche e studi sui problemi del lavoro dell’economia e dello sviluppo – CLES srl;
  • CRIF Centro di Ricerca sull’Indagine Filosofica;
  • Gnosis Cooperativa Sociale Onlus;
  • Fondazione Il Campo dell’Arte;
  • Associazione di Promozione Sociale Il Colle Incantato;
  • Marino Aperta Onlus;
  • Cooperativa Sociale Prassi e Ricerca Onlus;
  • Punto a capo Onlus;
  • SOS Teniamo Famiglia Onlus.

LNBSCyberbull1-20

Dic 232019
 
IMG-20191222-WA0071

Aula Magna della scuola Primo Levi esaurita in tutti i suoi posti per il Natale in Famiglia che, come tradizione, Marino Aperta Onlus organizza per le festività di fine anno. Con il supporto anche dell’associazione Genitori della Primo Levi la festa del 22 dicembre scorso ha visto protagonisti bambini, ragazzi e le famiglie stesse, molte provenienti oltre che da Frattocchie anche da Santa Maria delle Mole.

Hanno aperto la festa i bambini del Piccolo Coro del Fiore Blu, seguiti poi dai genitori dei bambini e dal Coro del Fiore Blu intero. Circa un’ora di musica culminata con i pezzi finali di musica Gospel diretti e arrangiati per l’occasione dalla direttrice del Coro Francesca Carbonelli.

Poi l’arrivo di Babbo Natale e delle mamme Elfo, seguite dai saggi di chitarra dei ragazzi e adulti di Frattocchie. Una festa terminata con un rinfresco offerto dall’associazione ai molti presenti.

Siamo molto soddisfatti dell’esito degli eventi natalizi proposti dall’associazione” ha dichiarato il Direttivo “eventi che hanno visto grande partecipazione ed entusiasmo legato alla bella festività del Natale che si rinnova ogni anno. In particolare ci complimentiamo con le nuove leve giovanissime del Piccolo Coro del Fiore Blu che hanno con pochissimo tempo imparato già molto: un buon segnale per il futuro di questa attività musicale a cui l’associazione tiene molto”.

IMG-20191222-WA0071

IMG-20191222-WA0070

IMG-20191222-WA0055

IMG-20191222-WA0051

 

Dic 092019
 
PiccolCoro3

Il 7 dicembre, come da calendario, nonostante il tempo incerto, in tanti si sono presentati alla festa organizzata dall’associazione Genitori Primo Levi e dal Comitato Quartiere S. Maria delle Mole al Parco Lupini. Alle 12 puntuali i piccoli bambini del Piccolo Coro Fiore Blu hanno guidato, assieme ai ragazzi delle scuole elementari, tutti i  presenti attraverso i canti popolari del Natale e della tradizione.

Con i loro maglioni bianchi e e il fiore blu e dorato sul petto i piccoli cantanti inizialmente un pò intimoriti, poi sempre più confidenti, hanno mostrato i loro progressi dall’avvio dell’attività, a inizio novembre, fino ad oggi. Bravissimi tutti!

PiccolCoro3

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PiccolCoro1

Nov 062019
 
CaritasMA

Sul giornale informativo della Parrocchia San Barnaba di Marino sono stati pubblicati i  ringraziamenti della Caritas Città di MarinoCentro d’ascolto Z. Negroni a Marino Aperta Onlus per la recente raccolta di fondi associata al Musical Sorelle in Blues.

Ecco di seguito il testo. Anche Marino Aperta Onlus ha espresso il suo ringraziamento alla Caritas per l’importante attività caritatevole che svolge e per la collaborazione proficua che si è instaurata negli ultimi anni.

CaritasMA

Nov 012019
 
IMG-20191027-WA0030

Ancora un successo, oltre 250 persone, nel fine settimana del 26 e 27 ottobre per il Musical di Marino Aperta Onlus ‘Sorelle in blues’ presentato come ultime due repliche a Marino in collaborazione con la Caritas-Centro di ascolto Z. Negroni.

Un successo che ha accompagnato le 10 repliche in circa un anno del Musical prodotto, scritto, musicato e sceneggiato da Marino Aperta Onlus, con circa 1800 spettatori complessivi nelle 10 repliche. I fondi raccolti il 26 e 27 ottobre saranno utilizzati dalla Caritas Città di Marino per le opere di carità sul territorio.

Ora si riavviano le attività ordinarie di Marino Aperta Onlus relative al Coro del Fiore blu e ai corsi di musica, pensando al prossimo Musical che potrebbe essere messo in scena nel 2020.

IMG-20191028-WA0008

IMG-20191027-WA0023

IMG-20191027-WA0030

 

IMG-20191027-WA0042