Gen 302013
 
CQG-Spot-1-13
Oltre 150 ragazzi di Marino partecipano all’approfondimento proposto da Marino Aperta Onlus. *** Con tre incontri sul tema “Le risorse energetiche e la vita” tenuti dal prof. Domenico Brancato il 28 e 29 gennaio ai ragazzi del Comitato Quartiere Giovani delle scuole dell’Istituto Comprensivo Santa Maria delle Mole e i quelli dell’Istituto Comprensivo Primo Levi, si è svolto nelle scuole della pianura di Marino un approfondimento molto partecipato sul tema dell’energia e del suo corretto uso. Gli incontri del Comitato Quartiere Giovani, organizzati da Marino Aperta Onlus ormai da oltre 10 anni nelle scuole di Marino, fanno parte del percorso di partecipazione attiva alla vita del territorio e alla crescita culturale dei ragazzi. “Dopo la sicurezza informatica e il risparmio energetico” ha dichiarato l’ing. Marco Carbonelli, Vicepresidente di Marino Aperta Onlus “stiamo già organizzando degli approfondimenti sul tema delle tossicodipendenze, sul corretto uso dell’acqua potabile, sul ciclo dei rifiuti e sui corretti comportamenti per il primo soccorso”. I ragazzi coinvolti negli incontri sull’energia, alla luce delle informazioni raccolte durante l’incontro, predisporranno in ogni classe un decalogo dei buoni comportamenti per il risparmio energetico nelle scuole Verdi, Vivaldi e Levi di Marino.
Inviato da : Data comunicazione : 30-01-2013
Dic 102012
 
giovani_ideeLarge
Marino Aperta coordina per il decimo anno consecutivo il progetto nelle scuole della pianura di Marino, senza alcun costo per le scuole e le famiglie. Con l’ultima votazione svolta il 6 dicembre presso l’I.C. Levi di Frattocchie, sono state concluse le fasi elettive dei ragazzi del Comitato di Quartiere Giovani di Santa Maria e Frattocchie. Il risultato di questa prima fase è davvero significativo: oltre 100 ragazzi eletti (a partire dagli oltre 1000 studenti del territorio della pianura di Marino) nelle varie classi degli Istituti Vivaldi e Primo Levi. Un piccolo parlamento che, a livello di istituto, ha anche eletto un giovane Presidente, un Vicepresidente e altre cariche direttive. Le attività sono state svolte sotto al supervisione delle prof.sse Maria Giovanna Ruffini (per Santa Maria delle Mole) e Rosa Calabria (per Frattocchie). Durante l’anno sono stati programmati incontri sulla legalità e la cittadinanza attiva e consapevole, sui comportamenti sicuri quando si naviga in internet, sulla conoscenza delle realtà locali e del disagio giovanile nel territorio di Marino e dintorni. “Anche quest’anno” ha dichiarato Marco Carbonelli, vicepresidente di Marino Aperta Onlus e responsabile con il prof. D. Brancato del Progetto “il coinvolgimento attivo dei giovani nella vita del territorio è stato stimolato attraverso il Comitato Quartiere Giovani, così come da 10 anni a questa parte. Il progetto viene svolto anche quest’anno completamente a carico di Marino Aperta Onlus, senza alcun costo per la scuola e le famiglie. L’augurio di tutti noi è che i ragazzi approfondiscano il tema della cittadinanza attiva e della partecipazione, conoscendo la complessa realtà del nostro territorio e apprendendo un modo propositivo di interagire con le istituzioni.” Prossimo appuntamento per l’11 dicembre 2012 con i bambini delle elementari dei plessi Verdi e Repubblica e i ragazzi della media Vivaldi di Santa Maria delle Mole per il completamento dell’approfondimento sul tema dei rischi di Internet per gli adolescenti.
Inviato da : Data comunicazione : 10-12-2012
Nov 302012
 
studentiGrandi
Dopo la consueta elezione nel mese di ottobre dei nuovi rappresentanti, negli scorsi giorni di novembre si sono svolti due incontri, alla Vivaldi, con i rappresentanti della media e della primaria di Repubblica e alla Verdi. Da quest’anno fanno parte del Comitato Quartiere Giovani anche i rappresentanti delle classi quarte e quinte del nuovo plesso Verdi, il numero dei partecipanti cresce così a 64 ragazzi. Era presente il prof. Domenico Brancato, referente e rappresentante dell’Associazione organizzatrice del progetto Marino Aperta Onlus, che ha illustrato le finalità e le attività del Comitato ai nuovi eletti, i “veterani” hanno poi raccontato ai compagni la loro esperienza e gli incontri più interessanti dello scorso anno. Seguendo l’ordine del Giorno si è proceduto alla analisi e compilazione del Questionario Conosco il mio Quartiere?, un’ indagine conoscitiva sul territorio in cui viviamo. Ogni rappresentante si è impegnato a somministrare lo stesso questionario ai compagni di classe per avere un quadro completo della situazione. E’ stato indetto il Concorso per l’ideazione del Logo scolastico per il nuovo Istituto Comprensivo, ogni alunno delle classi quarte e quinte della Primaria, delle prime e seconde della Secondaria potrà partecipare. Alcuni rappresentanti hanno offerto la loro disponibilità a collaborare alla redazione del giornalino scolastico, scriveranno articoli sulle attività del Comitato nel corso dell’anno.
Inviato da : Data comunicazione : 30-11-2012
Nov 212012
 
scuolaAlunni
Le scuole medie di Santa Maria delle Mole e Frattocchie affrontano il tema della sicurezza di internet. Sotto il coordinamento di Marino Aperta Onlus, all’interno del progetto Comitato Quartiere Giovani, circa 220 ragazzi delle classi III delle scuole medie Vivaldi e Levi a Marino hanno seguito il 19 novembre scorso un corso informativo proposto dalla Poliza Postale. Durante i tre incontri in cui è stata suddivisa la mattinata nelle due scuole, i ragazzi hanno potuto riprendere e approfondire, sotto la guida esperta della dott.ssa Turi della Polizia di Stato, i temi della sicurezza di internet. Argomento centrale della lezione sono stati i social network e il rischio di adescamento di minori, fenomeno purtroppo in forte crescita anche in Italia. Con l’aiuto di audiovisivi, la Polizia Postale ha mostrato i principali rischi in cui si può incappare in internet, fornendo ai ragazzi molti consigli sui comportamenti più opportuni. “Ringraziamo la Polizia Postale” ha dichiarato il prof Domenico Brancato coordinatore per Marino Aperta Onlus del progetto Comitato Quartiere Giovani “per l’efficace intervento svolto presso le scuole della pianura di Marino. I ragazzi hanno mostrato interesse e hanno posto diverse domande. Spesso attegiamenti ingenui possono portare a situazioni di rischio, per questo l’unica possibilità che abbiamo è quella di informare ed educare i nostri ragazzi all’uso più adeguato della rete informatica, strumento che oramai permea tutte le attività della nostra società.”
Inviato da : Data comunicazione : 21-11-2012
Mag 242012
 
borracceTrasparenti
Con l’intervento di un esperto dell’Ufficio per lo sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri e la distribuzione delle “borracce trasparenti”, gadget del Giro d’Italia 2012 che promuove la lotta al doping, ai ragazzi del Comitato Quartiere Giovani delle scuole Vivaldi e Levi di Marino, si chiude per l’anno scolastico 2011-2012 il progetto coordinato da Marino Aperta Onlus. L’ultimo incontro, previsto per il 23 maggio 2012 presso la scuola media Levi di Frattocchie, coinvolgerà circa 100 ragazzi sul tema “Sport e doping: cosa sapere e cosa non fare”. L’incontro, già svolto per altrettanti ragazzi nei giorni scorsi presso la scuola Vivaldi di Santa Maria delle Mole, si impernia su una lezione di circa 90 minuti in cui, attraverso dei video con delle testimonianze di importanti sportivi nazionali, si illustrano ai ragazzi i rischi connessi con il doping, sia quello del mondo dei professionisti sia quello, purtroppo in grande diffusione, presente nello sport amatoriale. “Con l’autorevole intervento della Presidenza del Consiglio dei Ministri” ha dichiarato il prof. Domenico Brancato responsabile per Marino Aperta Onlus del progetto Comitato Quartiere Giovani a Marino “concludiamo un anno ricco di approfondimenti e di soddisfazioni. Il tema dei comportamenti leali, del rispetto delle regole e dell’impegno civico è stato il motivo dominante dei lavori di questo anno. Lavori che hanno ottenuto anche un importante riconoscimento per la scuola Vivaldi di Santa Maria delle Mole che si è affermata tra le finaliste del concorso nazionale sulla legalità denominato “Regoliamoci” organizzato da Libera di don Ciotti. Un plauso a tutti i ragazzi e ai docenti per la qualità del lavoro svolto e l’interesse sempre dimostrato durante gli interventi del progetto.”
Inviato da : Data comunicazione : 24-05-2012
Mag 202012
 
CQG
Pur se il giorno è drammatico per gli accadimenti di ieri a Brindisi, non possiamo come comunità di Marino non esprimere i nostri complimenti ai ragazzi della scuola media di Santa Maria delle Mole e ai loro insegnati dell’Istituto Comprensivo Vivaldi. I ragazzi, su iniziativa del Comitato Quartiere Giovani (progetto condotto in collaborazione tra le scuole del territorio e Marino Aperta Onlus), hanno partecipato al concorso nazionale “Regoliamoci” indetto dall’associazione Libera di don Ciotti. Ebbene, i ragazzi della Vivaldi, con una serie di iniziative svolte sulla legalità durante tutto l’anno scolastico, raccontando con uno splendido video la storia della nascita di Parco Falcone nel quartiere Maroncelli e la tremenda morte del giudice che gli dà il nome, la storia del partigiano Ruggero Lupini a cui è stato da pochi mesi intitolato il Parco Spigarelli di Santa Maria Nuova e, infine, con l’aiuto della vedova Sciotti la tragica storia del marito carabiniere Sandro Sciotti, ucciso a Santa Maria delle Mole circa 10 anni fa mentre tentava di sventare una rapina nella piazza del paese, sono risultati tra i finalisti del concorso Regoliamoci 2012 (http://www.libera.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/6520). “E’ molto importante che la scuola “ha dichiarato la prof.ssa Giovanna Ruffini dell’Istituto Vivaldi, coordinatrice del progetto Comitato Quartiere Giovani “faccia crescere i ragazzi anche sugli aspetti della legalità e del rispetto delle regole. I tragici fatti di Brindisi ci colpiscono tremendamente tre volte, come italiani, come docenti e come genitori. Nonostante questo, deve restare ferma la determinazione del corpo docente ad educare al rispetto degli altri, ai comportamenti non violenti e al rispetto della legge. Qualsiasi tentennamento da parte nostra sarebbe una sconfitta per il futuro dei nostri giovani e dei nostri territori. Per questo reputo un segno di speranza l’impegno profuso dai ragazzi nel progetto Regoliamoci di Libera, al di là del risultato che ci vede tra i finalisti del concorso”. L’Istituto Vivaldi sta organizzando per giovedì 31 maggio prossimo una presentazione ai genitori, alle autorità locali e alle associazioni del territorio del lavoro svolto per il concorso Regoliamoci: sarà, a maggior ragione dopo i fatti di Brindisi, un’occasione da non perdere per l’intera comunità della pianura di Marino.
Inviato da : Data comunicazione : 20-05-2012
Apr 222012
 
giovani_ideeLarge
Comitato Quartiere Giovani: educazione alla legalità alla scuola Vivaldi. Prosegue presso l’I.C. Vivaldi di Santa Maria delle Mole il progetto di Educazione alla Legalità, all’interno del percorso avviato con il Comitato Quartiere Giovani. Dopo gli incontri con la Polizia Postale sui comportamenti responsabili nell’uso dei social network, il 17 e 18 aprile le classi di terza media hanno affrontato con i funzionari del Commissariato di Polizia di Marino il tema delle Sostanze stupefacenti. Il Sostituto Commissario Elisabetta Branchesi e gli Assistenti Fabio Cecchini e Mauro Cianfaglioni hanno svolto un incontro con i ragazzi sulla descrizione delle droghe, soffermandosi soprattutto sugli effetti fisici, psichici e sociali dovuti al loro consumo e alle conseguenze legali. L’interesse suscitato per un argomento purtroppo così attuale, la chiarezza espositiva dei contenuti, la discussione con gli alunni, proseguita successivamente anche nelle singole classi, sono motivazioni importanti per ritenere questo tipo di intervento uno strumento efficace di prevenzione delle dipendenze, da proporre sistematicamente nella proposta dell’offerta formativa scolastica.
Inviato da : Data comunicazione : 22-04-2012
Apr 032012
 
nettezzaMarino
I Comitati di Quartiere Giovani al secondo approfondimento sulla raccolta differenziata. ** Sotto il coordinamento di Marino Aperta Onlus, i ragazzi del Comitato Quartiere Giovani della scuola Vivaldi di Santa Maria delle Mole hanno incontrato il Direttore della Multiservizi di Marino, il dott. Aldo Crisanti. L’occasione è stata fornita dal secondo incontro di approfondimento guidato dal prof. Domenico Brancato sulla raccolta dei rifiuti. Nella fase di preparazione dell’incontro, molte sono state le richieste dei ragazzi: dove portiamo i nostri rifiuti? A che grado di differenziazione siamo arrivati? Dove porto la cartuccia del Toner della mia stampante? Perché mettiamo insieme vetro e plastica invece di differenziare già dalla raccolta? Il dott. Crisanti, dopo la premessa del prof. Brancato, ha fornito molte risposte alle domande. Siamo al 30% nella raccolta differenziata, purtroppo ben sotto i valori delle norme comunitarie che stabilirebbero per il 2012 una differenziata al 65%. Possiamo migliorare se riusciremo a differenziare anche l’organico che dalle stime fatte rappresenta oltre il 30% della parte rifiuti che va ora in discarica. Per i rifiuti particolari possiamo portare il materiale al centro raccolta di Sant’Antonio, su via Feruntum nella parte di Marino centro che confina con la via dei Laghi. Si è scelta la raccolta stradale multi materiale senza differenziare all’origine vetro plastica metalli e legno per semplificare la raccolta alle famiglie, pur se questo impone un ulteriore passaggio oneroso, per la separazione del multi materiale. “L’incontro è stato positivo sia per le informazioni avute sia per l’attenzione riscontrata nei ragazzi” ha dichiarato la prof. Domenico Brancato, responsabile del Progetto Comitato Quartiere Giovani per Marino Aperta Onlus. “Sembra evidente che i risultati della raccolta dei rifiuti a Marino mostrano chiaramente come il metodo adottato necessiti di immediate integrazioni e modifiche se si vuole rientrare nei termini di legge e evitare che, come purtroppo accade oggi nel nostro Comune, il 70% dei rifiuti finisca direttamente in discarica”. “Durante l’incontro” ha spiegato la prof.ssa Ruffini della scuola Vivaldi “i ragazzi hanno presentato al dott. Crisanti dei lavori manuali realizzati con materiale riciclato, proprio per dimostrare in pratica come il riuso e riciclo sia possibile. Un plauso va in particolare ai bambini della scuola elementare Repubblica per la quantità e qualità del lavoro svolto su questo tema”. Prossimo incontro con la Multiservizi programmato per il 4 aprile con il Comitato Quartiere Giovani della scuola media Levi di Frattocchie. PS – Tra le notizie utili fornite dal dott. Crisanti e che sarebbe utile diffondere ai cittadini, si sottolinea anche che: • i RIFIUTI INGOMBRANTI possono essere ritirati, GRATUITAMENTE , anche a domicilio, previo appuntamento telefonico con la Multiservizi; • ogni Martedì e Giovedì, vengono ritirati i MATERIALI DI RISULTA DALLA POTATURA DELLE PIANTE, depositati nei pressi dei cassonetti; • In occasione dell’acquisto di un NUOVO ELETTRODOMESTICO, il venditore è tenuto, per legge, a ritirare gratuitamente l’equivalente vecchio; • le SCUOLE, per lo smaltimento del TONER, possono avvalersi dell’apposito servizio messo a disposizione dal Comune; • a breve, sarà attuato, per gli esercizi commerciali, il servizio di RACCOLTA PORTA A PORTA DEL VETRO.
Inviato da : Data comunicazione : 3-04-2012
Feb 022012
 
computerTast
All’interno del progetto Comitato Quartiere Giovani coordinato da Marino Aperta Onlus, il 2 febbraio i ragazzi della seconda e terza media dell’Istituto Primo Levi di Frattocchie a Marino, in tutto oltre 130 giovani, incontreranno gli esperti della Polizia Postale di Stato. La Polizia Postale si occupa da molti anni del contrasto su internet della criminalità e della pedofilia. In questo settore sono stati raggiunti molti risultati positive e sono stati perseguiti diverse centinaia di criminali che sfruttavano internet e le nuove tecnologie per i loro reati. Con il Corso offerto dalla Polizia di Stato, i ragazzi della Primo Levi guidati dalla prof. Sandra Porri, verranno formati sul tema della sicurezza informatica e dei comportamenti corretti e sicuri da tenere in rete. “Anche questa volta” ha dichiarato per Marino Aperta Onlus il prof. Domenico Brancato che cura da molti anni il progetto del Comitato Quartiere Giovani “verrà fornita ai ragazzi, attraverso la competenza e l’esperienza dei funzionari della Polizia Postale di Stato, una informazione davvero preziosa. Tutti leggiamo sui giornali ormai quasi con ricorrenza quotidiana, l’esistenza di truffe e di raggiri in rete, per non parlare del problema dilagante dei pedofili. Conoscere queste realtà consentirà ai ragazzi di crescere nella consapevolezza del mondo che li circonda, senza paura o ignoranza”.
Inviato da : Data comunicazione : 2-02-2012
Nov 212011
 
CQG
Alla scuola Vivaldi parte la formazione di tutti i ragazzi a cura di Marino Aperta Onlus. Con l’intervento apprezzatissimo di due funzionari esperti informatici della Polizia Postale e delle Comunicazioni, il 17 novembre, all’interno del progetto Comitato Quartiere Giovani curato da Marino Aperta Onlus, circa 150 ragazzi delle terza media dell’Istituto Comprensivo Vivaldi di Santa Maria delle Mole hanno avviato l’approfondimento sui rischi di internet. I funzionari della Polizia Postale hanno guidato, con l’ausilio di filmati e di slide, i ragazzi in un percorso formativo che ha evidenziato quali siano i rischi della rete informatica e quali i comportamenti da seguire per essere sicuri. “Siamo molto soddisfatti di questo primo intervento della Polizia Postale” ha dichiarato il prof. Domenico Brancato che assieme all’ing. Marco Carbonelli coordina da circa 10 anni il progetto Comitato Quartiere Giovani nelle scuole di Marino “e siamo entusiasti nel riscontrare che il prossimo incontro del 28 novembre alle ore 16 aperto ai genitori dei ragazzi della Vivaldi vede già 80 iscritti”. Il programma di approfondimento delle tematiche di sicurezza informatica si allargherà entro la fine dell’anno anche a tutti i ragazzi della prima e seconda media (circa 300 ragazzi) e ai bambini della IV e V elementare della scuola elementare di via della Repubblica.
Inviato da : Data comunicazione : 21-11-2011