Nov 282017
 
Radon-Overview

Il Gruppo di Presemza Mons. Grassi in collaborazione con l’ass. Marino Aperta Onlus  presenta il decimo Convegno sul tema:
Attuazione della Direttiva 59/2013, PROTEZIONE CONTRO I PERICOLI DERIVANTI DALL’ESPOSIZIONE ALLE RADIAZIONI IONIZZANTI, IL CASO DEL GAS RADON

che si svolgerà GIOVEDI 30 NOVEMBRE 2017 – ore 17:00 nella Sala riunioni di piazza Lepanto n. 5, Marino.
Il Convegno, come nel caso del Radon gas vulcanico radioattivo, tende a chiarire le possibili conseguenze sulla la salute umana, quale l’aumento del rischio di contrarre il tumore polmonare, nei casi di lunga permanenza nei locali che presentano una concentrazione del gas in aria, e quindi di radioattività, oltre il limite fissato dalla normativa nazionale.
L’attuale normativa italiana, nata come medicina del lavoro, fissa per gli ambienti destinati al lavoro e per i locali scolastici uno specifico valore di concentrazione oltre il quale intervenire per bonificare a salvaguardia della salute.
Le nazioni europee nel recepire la direttiva n. 59/2013, determinano:
* il nuovo limite massimo di concentrazione di radioattività pari a 300 Bq/mc;
* la sua estensione dagli ambienti di lavoro a quelli vita, come le abitazioni.
Esiste il Piano Nazionale Radon PNR – anno 2002. Molte Regioni hanno approvato il loro piano per la protezione della popolazione ad esclusione della Regione Lazio.

Programma del Convegno
Apertura dei lavori – Saluto dell’amministrazione – Relatori:

  • dr Gennaro Venoso – Istituto Superiore di Sanità – PNR Il rischio Radon: dagli studi epidemiologici alla direttiva 59/13 Euratom
  • dott.ssa Federica Leonardi – Settore Radioattività Naturale “Il controllo dell’esposizione al radon negli ambienti di lavoro: situazione attuale e prospettive”
  • dott.ssa Caterina Aiello – ASL Roma 6 – SISP Ciampino – Marino

    “Protezione sanitaria dai rischi derivanti dalle radiazioni ionizzanti “

Lug 282017
 
Gruppo1
Nella linea della nostra associazione di salvaguardia del creato e rispetto delle risorse naturali, tra cui il suolo e i campi per le coltivazioni, pubblichiamo il Comunicato Stampa prodotto dal comitato Argine via Divino Amore (ADA) sulla questione cemento a Mugilla/Divino Amore/Mazzamagna.
__________________
Comunicato Stampa del Comitato Argine via Divino Amore (ADA)
ADA esprime soddisfazione per lo stop dei cantieri a Mugilla e evidenzia le stupefacenti contraddizioni di Zingaretti e della Regione Lazio sul tema dell’acqua.
Esprimiamo la nostra soddisfazione per la decisone assunta dal Comune di Marino circa due settimane fa di dare la Sospensiva alle costruzioni in corso nella zona Mugilla, su concessioni rilasciate nel periodo di gestione amministrativa del CentroDestra e dal Commissario Prefettizio, per il Progetto la Casa nel Parco, a Santa M. delle Mole, Marino. Le irregolarità in atto erano state oggetto ricorsi al TAR e di molteplici segnalazioni da parte di Comitati e Associazioni ambientaliste sin dal 2011 e l’atto di Sospensiva giunge come una decisione di saggezza, anche alla luce del processo di revisone degli standard, di applicazione delle norme del PTPG e del Piano di Rischio Aereo approvato dall’amministrazione di Marino e della possibile autotutela, delle istituzioni competenti, su tutta l’operazione speculativa avviata nel 2011 dal sindaco Adriano Palozzi. Inoltre, vogliamo evidenziare la stupefacente contraddizione dell’azione politica della Regione Lazio guidata da Zingaretti e dal Centro Sinistra, che oggi si muove in difesa del bacino del lago di Bracciano, sfruttato nel passato fino quasi a condurlo alla morte con decenni di mala gestione del territorio, e al contempo da quasi 5 anni è silenziosamente  connivente con la cementificazione selvaggia legata a Marino, nell’area del Divino Amore/Mugilla/Mazzamagna, che porterebbe con quasi 20.000 nuovi abitanti ad una ulteriore esigenza portentosa di acqua, la stessa acqua che oggi rischia di mancare anche ai cittadini già residenti.

A questo riguardo il comitato  ADA ha presentato il 25 luglio scorso alla Regione Lazio alcune pesanti osservazioni alla procedura di Valutazione di Impatto Ambientale avviata da IDAE FIMIT per la eventuale realizzazione di un Centro Commerciale da 100.000 mc di cemento in area Casale Negroni a Marino (vedi file in calce per le osservazioni). Molti comitati e associazioni locali hanno presentato osservazioni contro questa realizzazione e notizie di pesanti osservazioni oppositive giungono anche dal Comune di Marino e dalla Citta metropolitana di Roma. Sul fronte Regionale, invece, tutto sembra tacere, da Zingaretti, all’ass. Civita, al PD e tutto il centrisinistra regionale che, evidentemente, questo ‘affare’ del cemento al Divino Amore lo vorrebbe proprio realizzare contro ogni norma, buon senso e sana pianificazione urbanistica.”

Giu 122017
 
raccolta-differenziata

Il Gruppo di Presenza Mons. Grassi in cooperazione con Marino Aperta Onlus organizza il 10° convegno ” La gestione dei rifiuti urbani e assimilati, nel nostro comune” che si svolgerà il 14 giugno prossimo a partire dalle ore 17,30 in Sala Lepanto a Marino Centro. Il Convegno vedrà la partecipazione di un rappresentante della Direzione Regionale dedicata ai rifiuti con  il dott. Roberto Crescenzi e dell’ing. Paolo Rinaldi che sta sviluppando il progetto esecutivo per la raccolta differenziata a Marino, progetto previsto in attuazione nei prossimi mesi.  Un’ottima occasione per capire di più sul prossimo ‘porta a porta’ che aspetta Marino. La popolazione è invitata a partecipare, l’ingresso al Convegno è libero e l’evento è supportato dal Coordinamento ViviMarino.

ConvRifiuti

Apr 262017
 
CQG16

Nei mese di marzo e aprile 2017, con un calendario molto fitto che ha interessato tutte le 18 classi delle scuole medie dell’Istituto Comprensivo Marino Centro, sia nella media Ungaretti sia nella media Carissimi, circa 500 studenti sono stati incontrati dall’ing. Corrado Colizza, uno dei responsabili del progetto Comitato Quartiere Giovani a Marino, per affrontare il tema del Piano di Emergenza Comunale di Protezione Civile, con approfondimento dei principali rischi che insistono sul territorio collinare di Marino.

Il Progetto Comitato Quartiere Giovani, coordinato da Marino Aperta Onlus in partnership con il Gruppo di Presenza Mons. Grassi e l’associazione Punto a Capo Onlus per l’anno scolastico in corso,  ha così formato sui temi di Protezione Civile, per questo anno scolastico 2016-2017, circa 1000 ragazzi tra la pianura e la collina di Marino.

Gli argomenti trattati nelle scuole Ungaretti e Carissimi” ha dichiarato l’ing. Corrado Colizza portavoce del Gruppo di Presenza mons. G. Grassi “traggono spunto dal Piano di Emergenza Comunale e dai Documenti di Valutazione dei Rischi presenti nei due plessi, ed in particolare hanno riguardato le misure di protezione ed il rischio sismico. Del rischio sismico sono state esposte l’origine, la modalità di propagazione dell’onda energetica del sisma e gli effetti sulle vecchie costruzioni in muratura che costituiscono la gran parte dei centri storici. Per quanto riguarda, poi, le cause del sisma ne abbiamo condiviso le origini collegate sia al movimento reciproco delle placche continentali, sia alla rottura o al collasso di una parete della camera magmatica dei vulcani. Cogliamo l’occasione per ringraziare a nome dei responsabili del Progetto il dirigente ed il corpo docente dell’I. C. Marino Centro che ha consentito lo svolgersi dell’informativa nelle scuole medie di Marino Centro.”

Mar 292017
 
PassegADA4-17

Nuovo appuntamento il 2 aprile prossimo per una Passeggiata Storico-Archeologica organizzata da Argine via Divino Amore (ADA) in collaborazione con Legambiente Appia Sud ‘il riccio’ e Italia Nostra Castelli Romani.

La passeggiata verrà guidata da due importanti archeologi con partenza a Frattocchie alle ore 10 e conclusione intorno alle 12,30 della mattina: la prima visita sarà svolta nell’area dei Frati Trappisti, la seconda alla strada Romana sotto al Mc Donald’s, alla presenza dell’archeologa che ha curato lo scavo e i lavori di recupero Pamela Cerino e dell’archeologo di Marino Marco Cavacchioli, guida stabile delle passeggiate di ADA. La passeggiata già era stata programmata in un primo tempo per il 5 marzo, ma a causa delle avverse condizioni metereologiche è stata rinviata alla nuova data del 2 aprile.
Appuntamento per tutti gli interessati al parcheggio del Bar Incontro a Frattocchie alle ore 10. La partecipazione è gratuita.
Con piacere organizziamo ancora una volta una passeggiata storico archeologica” ha dichiarato il comitato ADA” in collaborazione con Legambiente Appia Sud ‘il riccio’ e Italia Nostra Castelli Romani per aumentare la conoscenza del nostro territorio e per rendere possibile la salvaguardia di quello che resta anche in ambito paesaggistico dopo anni di edilizia selvaggia. La nostra battaglia per la difesa dell’area del Divino Amore di Marino dal cemento continuerà finchè non verrà messa la parola fine al progetto che prevede il raddoppio di Santa Maria delle Mole e Frattocchie voluto  dal centrodestra di Marino nel 2011.”
PassegADA4-17
Feb 282017
 
DivAmoreMarino

Argine via Divino Amore (ADA) continua la sua mobilitazione di comitato di cittadini attenti alla salvaguardia dell’ambiente e contro le speculazioni edilizie che hanno martoriato Marino per lunghi anni e che mirano a cementificare anche l’area del Divino Amore/Mugilla/Mazzamagna. L’ultima iniziativa è per una Passeggiata storico archeologica per domenica 5 marzo. Ecco l’invito rivolto ai cittadini dal Coordinamento di ADA.
“Mentre la nostra battaglia per fermare il cemento entra nel vivo con nuovi scenari che, oltre ai ricorsi pendenti al TAR, la politica sta aprendo dopo le scelte del Consiglio Comunale di fine settembre 2016, cogliamo la disponibilità di due importanti archeologi per proporre a tutti voi una Passeggiata Storico-Archeologica a Frattocchie per domenica 5 marzo dalle 10 alle 12,30 della mattina, appuntamento al piazzale dietro il Bar Incontro.”
La passeggiata è organizzata da ADA, Legambiente Appia Sud ‘il riccio’ e Italia Nostra Castelli Romani e la partecipazione è libera.
Abbiamo programmato la visita all’area dei Frati Trappisti e alla strada romana sotto al Mc Donald’s” conclude il Coordimaneto di ADA “alla presenza dell’archeologa che ha curato lo scavo e i lavori di recupero Pamela Cerino e dell’archeologo Marco Cavacchioli, vecchio amico di ADA.”

ADA-2017-Passeggiata

 

Dic 052016
 
Cyber16-CQG
Con l’incontro del 7 dicembre prossimo presso l’Istituto Comprensivo Levi, riparte per il nuovo anno scolastico il progetto del Comitato Quartiere Giovani, coordinato da Marino Aperta Onlus in collaborazione con Ass. Mons. Grassi e Ass. Punto a Capo Onlus, oltre alle scuole del territorio.
Dopo le fasi elettive nelle classi prime e seconde medie del mese di novembre” dichiarano il Presidente Marco Carbonelli di Marino Aperta Onlus “il giorno 7 dicembre verranno eletti tra i ragazzi del CQG Levi il presidente dei ragazzi e le altre cariche direttive del Comitato. Quest’anno i giovani parteciperanno ad approfondimenti negli ambiti della sicurezza in internet e della protezione civile, con incontri anche sul bullismo, il cyberbullismo, la raccolta differenziata e la violenza sulle donne. Coinvolti nella fase elettiva i due Istituti comprensivi della pianura di Marino, con oltre 500 studenti.  Gli incontri, a seconda dei temi, verranno estesi a tutti i ragazzi degli Istituti partecipanti al progetto.”
Dic 022016
 
aereosso

Dopo un’attesa di circa quattro mesi, negli scorsi giorni sono state pubblicate dal Ministero dell’Ambiente le osservazioni che il comune di Marino, sotto il coordinamento dell’Assessore Adolfo Tammaro e a firma del Sindaco Carlo Colizza, aveva inviato sin da agosto 2016.

Il documento, ora pubblico e scaricabile http://www.va.minambiente.it/File/Documento/187019, evidenzia la inadeguatezza degli aspetti della Valutazione di Impatto Ambientale fatta da ENAC che non affronta i problemi dell’aeroporto, a detta del Comune di Marino, in modo da risolvere i problemi oramai ultra decennali del rumore e dell’impatto ambientale insopportabile per i cittadini che risiedono al di sotto delle vie di decollo e di atterraggio degli aerei.

L’assessore Tammaro ha spiegato come gli elementi tecnici presentati nelle osservazioni risultino fondamentali e da tenere in considerazione per riportare nella legge il funzionamento dell’aeroporto di Ciampino, che come si sa dalle misure ARPA Lazio, opera da anni fuori dalle norme.

Il Sindaco Colizza ha confermato che il Comune di Marino seguirà tutte le strade concesse amministrativamente e politicamente per riportare nelle norme il funzionamento di un aeroporto che negli anni ha visto incrementare in modo esponenziale i suoi voli senza una adeguata Valutazione di Impatto Ambientale.

Nov 072016
 
dsc_2223

Anche Giovedì 3 novembre si è registrata una grande e attenta partecipazione di cittadini nella Sala Consiliare di Palazzo Colonna quando si è affrontato il tema delle “procedure operative negli scenari di rischio locali”.

Con il coordinamento delle associazioni Marino Aperta Onlus e Gruppo di Presenza Mons. Grassi, durante il quinto incontro con gli Enti, gli Uffici Comunali, le Associazioni, i Comitati di Quartiere e i cittadini che si sono coinvolti per fornire il proprio contributo nella redazione partecipata del Piano di Emergenza Comunale di Marino, sono stati illustrati i vari stati di allarme e i responsabili deputati alla dichiarazione dei rispettivi livelli di allarme. Ormai la redazione del Piano è prossima al completamento e sarà possibile presentare il PEC alle autorità comunali per il successivo iter di approvazione da parte del Consiglio Comunale. I responsabili della redazione raccomandano di presentare le schede di competenza entro e non oltre il prossimo Mercoledì 9 novembre al fine di consentire di inserirle nel piano. Ciò vale soprattutto per quelle Associazioni che, comunque, vorrebbero essere inserite al fine di assicurare  il proprio contributo in caso di emergenza.

L’Amministrazione comunale rinnova, quindi, l’invito alla cittadinanza per Giovedì 10 novembre in Castelluccia, nella sede di Gnosis Cooperativa Sociale Onlus, via Boville n.1. In quella sede sarà presentata una prima bozza del PEC e saranno discussi gli ultimi aspetti relativi alla redazione finale del Piano. La partecipazione è, come sempre, aperta a tutti e da intendersi a titolo gratuito.

Tutte le informazioni tecniche e i contenuti formativi affrontati nei primi quattro incontri sul PEC sono scaricabili dal sito www.protezionecivilemarino.wordpress.com.

Nov 022016
 
protezione_civile

Confermando quando comunicato al termine dell’ultimo incontro tenutosi il 27 ottobre, giovedì prossimo, 3 novembre, presso la Sala consiliare di Palazzo Colonna si terrà – con il coordinamento delle associazioni Marino Aperta Onlus e  Gruppo di Presenza Mons. Grassi – il quinto incontro con gli Enti, gli Uffici Comunali, le Associazioni, i Comitati di Quartiere e i cittadini che si sono segnalati per fornire il proprio contributo nella redazione partecipata del Piano di Emergenza Comunale di Marino.

La partecipazione è, come sempre, aperta a tutti e da intendersi a titolo gratuito.

I tragici eventi che ancora una volta e con forte violenza hanno colpito l’Italia Centrale in questa ultima settimana sono la dimostrazione della bontà della decisione presa da questa Amministrazione di mettere immediatamente mano alla redazione di un PEC aggiornato e “partecipato”.

La costante presenza di circa cinquanta cittadini agli incontri che si stanno tenendo in varie località del territorio – presso la sede comunale, le scuole ed enti di S.M.delle Mole, Frattocchie e, prossimamente, di Castelluccia – testimoniano la sensibilità della popolazione a questa tematica. Durante il prossimo incontro saranno presentate le procedure operative di protezione civile per gli scenari di rischio locale individuati negli scorsi incontri. L’Amministrazione comunale rinnova, quindi, l’invito alla cittadinanza per giovedì 3 novembre dalle 18,00 alle 20,00 nella Sala Consiliare del Comune di Marino.

Tutte le informazioni tecniche e i contenuti formativi affrontati nei primi quattro incontri sul PEC sono scaricabili dal sito www.protezionecivilemarino.wordpress.com.

Marino, 2 novembre 2016